Immobili
Veicoli

STATI UNITI«Sono passati tre mesi e l'indagine ha sollevato più dubbi che risposte»

15.06.20 - 10:00
Una lettera di Beyoncé al procuratore generale del Kentucky chiede giustizia per l'omicidio di Breonna Taylor
keystone-sda.ch / STF (Steven Senne)
Fonte ATS ANS
«Sono passati tre mesi e l'indagine ha sollevato più dubbi che risposte»
Una lettera di Beyoncé al procuratore generale del Kentucky chiede giustizia per l'omicidio di Breonna Taylor

HOUSTON - Beyoncé scrive al procuratore generale del Kentucky, Daniel Cameron, e chiede giustizia per Breonna Taylor, la 26enne afroamericana uccisa da agenti in borghese mentre dormiva nel suo appartamento a Louisville.

Nella missiva la star avanza tre specifiche richieste: le accuse formali nei confronti dei tre agenti implicati nella morte di Taylor, la trasparenza nell'indagine e un'inchiesta sulla risposta del dipartimento di polizia di Louisville alla sparatoria.

«Sono passati tre mesi e l'indagine ha sollevato più dubbi che risposte. Nel rapporto sull'incidente si dice che Taylor non ha riportato ferite invece sappiamo che è stata raggiunta da otto colpi di arma da fuoco. Gli agenti nel rapporto hanno detto di essersi presentati e annunciati ma il fidanzato di Taylor, che era in casa, e i vicini dicono tutti che non è vero», scrive Beyoncé, precisando che a distanza tre mesi nessun arresto è stato ancora compiuto e nessun agente è stato licenziato. «Tre mesi sono passati e la famiglia di Breonna Taylor ancora aspetta giustizia».

NOTIZIE PIÙ LETTE