Keystone
STATI UNITI
26.01.2020 - 14:250
Aggiornamento : 15:29

Tarantino dice basta: «Fare film è una cosa da giovani»

Il regista americano intende abbandonare la camera da presa per poter dedicare più tempo alla scrittura e alla famiglia

LOS ANGELES - «Once Upon a time in... Hollywood» è stato - a meno di clamorosi ripensamenti - il suo ultimo film. Quentin Tarantino ha infatti deciso di appendere la telecamera al chiodo e dedicarsi ad altro. «Dirigere un film è una cosa da giovani», ha precisato il regista in un'intervista concessa a Rolling Stones. «Il mondo del cinema sta cambiando e io faccio parte della vecchia guardia». 

Geniale e irriverente, i suoi film sono entrati di diritto nell'immaginario collettivo di un'intera generazione. Impossibile non citare capolavori iconici come "Pulp Fiction". O il magistrale "Le Iene", la sua prima pellicola - girata nel 1991 - che gli diede fama planetaria. 

Una fama che ha però comportato sacrifici, soprattutto in ambito familiare. «Ora vorrei essere un nuovo tipo di padre e di marito. Non voglio più sbalzare la mia famiglia in Germania o Sri Lanka, o in qualsiasi altro posto farò il prossimo film».

Anche in ambito lavorativo, Tarantino ha nuovi progetti: «Credo che sia arrivato il momento di entrare nel terzo atto della mia vita. Voglio stare un po’ più a casa, e diventare un uomo di lettere». Dalla camera da presa alla penna. Non un addio, ma un arrivederci. Come direbbe Hans Landa, il colonnello nazista de "Bastardi senza Gloria", «Au Revoir Quentin». E chissà che la notte degli Oscar non possa regalare a Tarantino quella statuetta dedicata al miglior regista che ancora gli manca. Non ci potrebbe essere commiato migliore. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Wunder-Baum 6 mesi fa su tio
Bene
Marina Marina 6 mesi fa su fb
clint eastwood se la cava ancora più che egregiamente come regista alla soglia dei 90 anni
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-13 22:45:16 | 91.208.130.85