SHUNYA SUGAWARA / STEFANO SALA
"Gente simpatica" è il nuovo singolo di Sebalter.
ULTIME NOTIZIE People
STATI UNITI
3 ore
Il sogno a luci rosse della figlia di Steven Spielberg
Mikaela Spielberg ha comunicato la notizia ai genitori via Facetime: «L'hanno presa abbastanza bene»
ITALIA
5 ore
Michelle Hunziker fa la “dichiarazione” alla Toffanin: «Fiera di te»
La showgirl ha dedicato un lungo post all’amica conduttrice
STATI UNITI
7 ore
Orlando Bloom ha corretto il tatuaggio con il nome sbagliato del figlio
Lo aveva scritto in codice morse (ma male) per colpa di una tabellina con l'alfabeto trovata su internet
ITALIA
9 ore
Una foto scatena i fan di Belen, lei replica: «Non sono incinta!»
Social network in subbuglio per una misteriosa immagine postata dall’argentina
STATI UNITI
11 ore
Nessuna rapina, Pop Smoke sarebbe stato assassinato
I filmati di sorveglianza mostrano un gruppo di 4 persone in azione attorno alla casa in cui viveva il rapper
ITALIA
12 ore
Emma Thompson e Greg Wise si trasferiscono a Venezia
I due attori, marito e moglie, si sono recati oggi all'Anagrafe di Mestre
ITALIA
14 ore
Morgan, il foglio con le parole modificate di Sanremo supera i 3000 euro
Il cantante lo ha messo all'asta su Ebay, le offerte sono già più di 160. Il ricavato? In beneficenza
LOCARNO
15 ore
Paolo Tomamichel, libertà creativa al profumo di prog-rock
"A Fairytale" è il primo singolo del nuovo progetto da lui guidato, The Odd Musical Corporation
BELLINZONA
19 ore
Rabadan riporta tutti indietro negli anni '90
Sul palco del Capannone Eventi saliranno Eiffel 65, Dj Matrix e Neja
REGNO UNITO
1 gior
Niente marchio "Sussex Royal" per Harry e Meghan
La regina avrebbe vietato l'uso commerciale della dicitura che caratterizza la coppia
FOTO E VIDEO
REGNO UNITO
1 gior
Billie Eilish in lacrime sul palco: «Mi sono sentita molto odiata»
La giovane cantante si è esibita ai Brit Awards e non ha saputo trattenere le emozioni quando è tornata sul palco per ritirare il suo premio
ITALIA
1 gior
Fedez “più elegante” della Ferragni: social in subbuglio
Una foto postata dal rapper su Instagram scatena i follower 
REGNO UNITO
1 gior
Harry Styles minacciato con un coltello e derubato
Il cantante ha consegnato del denaro all'aggressore e non è rimasto ferito
ITALIA
1 gior
La smentita di Eros: «Valentina Bilbao? Solo un’amica»
Il cantante nega il presunto flirt con la pittrice venezuelana  
VIDEO
STREAMING
1 gior
Hunters: Al Pacino sbarca su Amazon Prime Video
L’attesissima serie con il leggendario attore sarà disponibile dal 21 febbraio: comincia la caccia ai nazisti
AUDIO
STREAMING
1 gior
Il ritorno di Ozzy Osbourne con “Ordinary Man”
Il 21 febbraio arriva il nuovo album del leggendario cantante dei Black Sabbath: nel disco anche Elton John e Slash
REGNO UNITO
1 gior
Harry e Meghan non potranno più usare il marchio "Sussex Royal"
Lo annuncia il Daily Mail parlando di un divieto imposto dalla Regina dopo il passo indietro dei duchi
CANTONE
23.01.2020 - 06:010

Sebalter e la "Gente simpatica" trincerata dietro uno smartphone

Domani esce il nuovo singolo del cantautore, primo esempio della sua transizione musicale verso l'electro-pop

BELLINZONA - "Gente simpatica" è il nuovo singolo di Sebalter. Il primo dopo l'annunciata svolta musicale verso territori sempre pop, ma più elettronici. Il testo, invece, è frutto di una attenta analisi delle dinamiche interpersonali nella vita di tutti i giorni.

Sebastiano, il brano inizia con un fischio che inevitabilmente richiama alla mente quello celeberrimo di "Hunter of Stars": è solo un caso?
«In realtà non è una citazione voluta: all'inizio, quando l'ho scritta, l'arrangiamento non mi soddisfaceva. Allora ho pensato di mettere un "fischiettato", che nel contesto di questa canzone mi pare piuttosto appropriato. Però è anche vero che poi chi l'ascolta fa immediatamente quel collegamento...».

Quale tematica tocchi in "Gente simpatica"?
«È una mia riflessione sulla società contemporanea, basata anche su situazioni che tocco con mano. C'è un velo malinconico, ma anche ironico nella storia del protagonista che saltella e passeggia per la città, fischiettando e vedendo quanto è difficile instaurare delle relazioni umane. Capita che incontri qualcuno per la strada e sei indeciso se salutare o fare finta di niente. C'è una sorta di ambiguità, di fatica nel capire come fare a rapportarsi con il prossimo».

Lo smartphone diventa un rifugio, quindi?
«Spesso e volentieri, purtroppo, è la soluzione più semplice. Tenerlo in mano serve per mostrare al mondo che sto facendo qualcosa ed è per quello che non mi relaziono. Poi, però, si va da un estremo all'altro: nel ritornello c'è questa persona che ti dice "Ti amo" anche se non ti conosce. Quindi da una parte ci si trincera, dall'altra c'è uno slancio eccessivo».

C'è una precisa fonte d'ispirazione per questo nuovo sound?
«È frutto della sperimentazione musicale degli ultimi due anni, che mi ha portato a questo pop più elettrico. La lavorazione è partita dai sintetizzatori e dalla volontà di esplorare quel tipo di sonorità, mentre in un secondo momento ho voluto aggiungere sempre più chitarre elettriche. Ce n'è una funk che viene fuori alla fine, ma sono una costante lungo tutto il brano. Mi piaceva molto questo connubio elettronica-chitarra, non rock ma più funkeggiante».

Quando è nata la canzone?
«Nell'agosto del 2018 e la prima bozza era molto, molto elettronica. Poi l'ho lavorata e rilavorata, in modo da renderla più pop e dare uniformità all'album».

Al primo ascolto mi ha evocato Francesco Gabbani: ti ritrovi in un'interpretazione di questo genere?
«Ah! Sì mi ritrovo, è un artista che amo molto, di cui ascolto con piacere le canzoni e mi piace come persona. Mi trasmette sensazioni positive».

I tuoi successivi singoli, invece, viaggeranno sugli stessi binari musicali?
«Più o meno. È un album piuttosto variato: ce ne sono alcune più indie, in altre invece è più presente il violino. Cerco sempre di avere brani che mi convincano a prescindere dall'inserimento in un determinato ambito, quindi devono riuscire molto gradevoli anche presi da soli. Per tutte, però, il mood di riferimento è lo stesso».

È stata impegnativa la transizione dal folk-pop all'electro-pop?
«È stata una scelta artistica dettata dalla voglia di fare cose nuove. È venuta molto naturale, senza forzature, però ha richiesto del tempo. Infatti questo album esce a distanza di tre anni dal precedente. Ho proceduto a tentativi, per cercare di mettere su disco quello che avevo in testa».

È cambiato qualcosa nel tuo modo di creare musica?
«La transizione ha portato a un lavoro di ricerca maggiore. Ho iniziato a suonare il pianoforte: questi sono brani nati al piano, mentre in passato li componevo con la chitarra acustica. Quindi mi sono dovuto concentrare anche sullo studio dello strumento in sé».

Come vi state preparando, tu e la band, per il concerto di presentazione dell'album del 13 marzo?
«Siamo quasi pronti. Fin dalle prime prove quello che avevo in testa è stato tradotto in modo eccellente nella performance live. È molto stimolante».

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 

Da venerdì ci sarà un nuovo singolo nella galassia 🌌

Un post condiviso da Sebalter (@sebalter) in data:

SEBALTER
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-21 01:18:57 | 91.208.130.87