«Così ci distinguiamo in quest’epoca buia»
Marika Brusorio
ULTIME NOTIZIE People
ITALIA
5 ore
Gigi D’Alessio diventerà padre per la quinta volta
Denise Esposito, compagna 28enne del cantante, è incinta
FOTO
STATI UNITI
7 ore
"The Suicide Squad": Margot in bianco, John in... costume
Parata di stelle a Los Angeles, per l'anteprima del nuovo film di James Gunn
GRECIA
11 ore
Indiscrezioni confermate: Elettra Lamborghini è incinta
La cantante ha dato la notizia con un post su Instagram: «Ciao da noi 3»
STATI UNITI
14 ore
Alla fine DaBaby ha chiesto scusa
Il rapper è stato escluso da vari festival e criticato duramente da Madonna ed Elton John
FOTO
CANTONE
20 ore
Una passeggiata (in schizzi e parole) lungo i sentieri del Ticino
"Tessiner Horizonte - Momenti ticinesi" è il lavoro a quattro mani di Fabio Andina e Lorenzo Custer
REGNO UNITO
1 gior
«Ho capito solo mesi fa che "f*****" è un insulto contro i gay da non utilizzare»
A far riflettere Matt Damon sul suo uso quantomeno disinvolto della parola è stata una delle figlie.
STATI UNITI
1 gior
Il «miglior video musicale di sempre» è di Beyoncé
Si tratta del videoclip di "Formation", secondo il magazine Rolling Stone
FINLANDIA
1 gior
Anche i "mostri" si vaccinano
Mr. Lordi ha preso parte alla giornata di porte aperte al centro vaccinale di Rovaniemi
ITALIA
1 gior
Laura Chiatti: smentita in tre mosse la crisi con Marco Bocci
L’attrice ha usato Instagram per negare le voci di “maretta” col marito
ITALIA
1 gior
Gregoraci-Briatore: ritorno di fiamma a Capri? 
Si accendono i sospetti sulla coppia, sull’isola per un evento di beneficenza
LOCARNO
1 gior
Un nuovo professore per il Locarno Film Festival
Lo statunitense Kevin B. Lee ha battuto la concorrenza di quasi 150 candidati
STREAMING
1 gior
Pioggia e grandine ad agosto? Ci pensano Netflix & co.
Le uscite più interessanti in arrivo questo mese sulle principali piattaforme di streaming video
CANTONE
12.12.2019 - 10:300
Aggiornamento : 21.01.2020 - 16:41

«Così ci distinguiamo in quest’epoca buia»

I Freaky Farm lanciano “Godlike”, il loro ultimo singolo. A tu per tu con il frontman Christian Schwarz

di Redazione
PM

LUGANO – Freaky Farm di nuovo in pista. Dal 9 dicembre i ticinesi Christian Schwarz, Marco Kohler e Jonas Macullo lanceranno su tutte le piattaforme il loro ultimo singolo, Godlike. «Il terzo di una trilogia dedicata alla natura – spiega il frontman Christian Schwarz –, iniziata a fine maggio con “Diviner”, proseguita a settembre con “Biokarma” e che qui ha la sua degna conclusione».  

Anche “Godlike” è accompagnato, come gli altri due singoli, da un video che fa da complemento al pezzo.

In questo video, a differenza dei due precedenti, dove la totalità delle immagini era legata ad elementi naturali, appare una prima presenza umana, un essere arcaico e inquietante, dalle sembianze rapportabili alla nostra specie ma dall’identità incerta.

“Godlike”, rispetto ai precedenti singoli, ha una metrica e soprattutto una ritmica con influenze trip hop…

Il suono del rullante ne è la lampante conferma, Godlike è un pezzo peculiare, fluido, riflette la filosofia di Freaky Farm, in perenne evoluzione e fuori dai cliché. Seguiamo l’istinto che ci guida in questa bella avventura comune,senza farci prendere da ansie o pressioni, il fine è quello di lasciar fluire quello che abbiamo dentro, dandogli forma; aprendo i canali interni, rimanendo umili, la creatività è libera di manifestarsi, è questa spontaneità che caratterizza Freaky Farm. Non vogliamo stupire con effetti speciali, vogliamo trasmettere ciò che siamo, senza trucchi o artifici, personalmente trovo questo progetto frutto di una certa maturità.

Fare musica elettro-acustica in un mercato spietato. Come riuscite a farvi apprezzare e conoscere?

Parlavo recentemente con un amico che gestisce un’etichetta che produce musica elettronica e mi diceva che, attualmente, nel suo campo escono circa 6'000 singoli alla settimana. Decisamente troppi.

Come mai questa cifra?

È frutto della digitalizzazione musicale, stando tutto sul web il numero di “protagonisti” è cresciuto a dismisura, c’è spazio per tutti, per troppi secondo me. Io faccio parte di una generazione che era legata alle etichette discografiche. Per farne parte, dovevi passare una selezione, arrivavi a poter produrre perché eri stato scelto, ognuno sapeva qual era il suo posto.

Tutto questo è stato sconvolto dal boom del web?

Il web ha sicuramente portato benefici e libertà ma ha anche distrutto il mercato, siamo passati dall’epoca dove dovevi comprare l’oggetto per possederlo ed ascoltarlo, al poterlo facilmente avere senza, quasi mai, pagarlo. Questo ha determinato la fine della maggior parte delle etichette indipendenti che all’epoca lanciavano stili e musiche nuove, quel tipo di musica che le major non volevano, perché poco sicure da un punto di vista commerciale. Ora sembra che il diritto d’autore digitale sia meglio tutelato ma la strada da fare è ancora lunga.

Siamo in un’era di transizione. Sbaglio?

Non sbagli. È l’era dell’usa e getta, una delle epoche più buie, produttivamente parlando mai vissute, spero sia un passaggio verso qualcosa di più corposo e ricco di contenuti. Noi ci siamo dovuti adattare, ci siamo organizzati con le varie distribuzioni digitali, abbiamo creato un team che collabora con noi: webdesigner, grafici, fotografi. Abbiamo comunque fatto una scelta: vogliamo fare più cose possibili da soli, essere sempre più autosufficienti, d’altronde i capitali a disposizione sono diventati minimi e con quello facciamo, è stato un po’ come ricominciare da zero.

Progetti futuri? 

Molteplici. Sicuramente vogliamo darci dentro con Freaky Farm cercando di produrre il più possibile e con grande continuità, solo così possiamo sperare di rimanere presenti nelle menti delle persone e far si che queste ci seguano supportandoci. Ho molto rispetto della gente che segue la musica, sono loro a contribuire al nostro sostentamento, non dimentichiamolo mai. A titolo personale ho pure intavolato collaborazioni come vocalist, con altri progetti, sono aperto e curioso di potermi esprimere sotto forme diverse. Ad ogni modo, il seguito, è previsto a marzo 2020 con la nuova trilogia di singoli del chapter 2, Stay Tuned…

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-04 02:39:50 | 91.208.130.87