Bang ShowBiz
STATI UNITI
16.11.2019 - 08:000

Taylor Swift è arrabbiata: non può più cantare le sue stesse canzoni

La cantante ha problemi con il suo ex discografico, che ha comprato i diritti dei suoi vecchi successi

di Redazione
Bang ShowBiz

NEW YORK - Taylor Swift sostiene che Scooter Braun le stia impedendo di cantare le sue vecchie canzoni. La cantante aveva espresso tutto il suo disappunto quando il manager di Justin Bieber comprò la sua etichetta discografica Big Machine, diventando quindi proprietario dei diritti d'autore di molti dei suoi vecchi successi, e aveva fatto sapere di avere intenzione di ri-registrate tutti i brani, cosa che la legge le consentirà il prossimo anno, per tornarne in pieno possesso.

Adesso ha dichiarato che Braun e Scott Borchetta, il suo vecchio capo, le stiano impedendo di cantare le sue stesse canzoni. Questo significa che la sua performance ai prossimi American Music Awards, dove dovrebbe esibirsi in un medley dei suoi più grandi successi, potrebbe avere delle ripercussioni e un documentario che sta realizzando su di lei Netflix potrebbero non vedere mai la luce, a meno che lei non accetti di «essere una brava bambina e di stare zitta».

Su Twitter Taylor ha scritto una serie di post cercando di chiarire la complicata situazione. «Recentemente è stato annunciato che agli Amarican Music Awards mi verrà consegnato il premio Arista del Decennio. Stavo organizzandomi per esibirmi in un medley dei miei successi degli ultimi dieci anni. Scott Borchetta e Scooter Braun hanno però detto che non posso cantare le mie canzoni in tv perché sostengono che questo significherebbe ri-registrare le mie canzoni prima del prossimo anno, quando mi sarà permesso. Inoltre Netflix ha realizzato un documentario sulla mia vita degli ultimi anni. Scott e Scooter hanno negato il permesso di poter utilizzare i miei brani più vecchi, sebbene non siano citati né loro né Big Machine nel film», ha aggiunto.

«Scott Borchetta ha fatto sapere al mio team che daranno il permesso solo se farò queste cose: devo accettare di non ri-registrare le mie canzoni il prossimo anno (cosa che non solo ho intenzione di fare, ma che la legge mi permette) e devo anche smettere di parlare di lui e di Scooter...», ha continuato. «Il messaggio che mi hanno mandato è chiaro: mi hanno detto di fare la brava bambina e di stare zitta. Altrimenti mi puniranno», ha quindi concluso.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 19:03:46 | 91.208.130.87