SERENA MAGGINI
Nic Gyalson presenta il suo nuovo album "You Could Almost" giovedì al Lux art House di Massagno.
ULTIME NOTIZIE People
VIDEO
STATI UNITI
11 ore
Jennifer Aniston è un'icona: «Tutto grazie a Friends»
L'attrice ha ricevuto l'Icon Award ai 'People's Choice Awards' a Los Angeles
ITALIA
12 ore
Giulia De Lellis minaccia: «Se parlo io, rovino famiglie»
L'influencer è arrabbiata con alcune persone ma ha deciso di non attaccarle
VIDEO
REGNO UNITO
13 ore
Le Spice Girls hanno "snobbato" Adele
Le cantanti avevano paura che la star le avrebbe potute mettere in ombra se fosse salita sul palco con loro
ITALIA
15 ore
La madre di Nadia Toffa in tv dalla D'Urso
«Nadia è sempre con me, bacio la sua foto e lei mi dà la forza» ha dichiarato la signora Margherita
STATI UNITI
15 ore
Leonardo DiCaprio compie 45 anni
A 22 anni dal successo di "Titanic", l'attore ha finalmente un Oscar ed è un produttore e un ambientalista molto impegnato
STATI UNITI
17 ore
La maternità ha cambiato Gal Gadot
«Otto anni fa la mia vita è cambiata per sempre» ha scritto l'attrice sui social
LOCARNO
17 ore
Abbiamo il primo nome di Moon&Stars 2020
Il 16 luglio 2020 Lenny Kravitz salirà di nuovo sul palco di Piazza Grande
FOTO
STATI UNITI
19 ore
La gente ha scelto: "Stranger Things" è lo show dell'anno
I People's Choice Awards hanno incoronato anche "Avengers: Endgame" e star del calibro di Gwen Stefani, Jennifer Aniston
STATI UNITI
20 ore
Kesha: «Mi sento giudicata»
«È molto importante che le persone sappiano che non devi essere ricordato per qualcosa che ti è stato fatto»
VIDEO
CANTONE
23 ore
Scilla Hess danza con i demoni
Sono quelli che si possono incontrare in una relazione o quelli interiori? La cantante ci spiega come interpretare il suo nuovo videoclip
STATI UNITI
23 ore
Caitlyn Jenner e la sua transizione: «Non mi sentivo accettata»
L'ex atleta e star trangender dei reality ha rivelato di essersi sentita odiata dalle persone che la circondavano
ZURIGO
1 gior
Quando al tuo compleanno fai cantare Lewis Capaldi
È successo ai colleghi di 20 Minuten che festeggiavano i 20 anni, la star scozzese: «Pure per me il 20esimo compleanno è stato un grande giorno»
ITALIA
1 gior
Alena Seredova e lo spavento alla nascita: «Pensavano avessi l'ittiosi»
Ma la diagnosi dei dottori (fortunatamente) non fu accuratissima: «Quando papà mi vide nella culla, si mise a piangere»
LUGANO
22.10.2019 - 06:010

«È la ciliegina sulla torta, anzi è proprio tutta la torta»

Giovedì sera Nic Gyalson presenterà il suo secondo album al Lux art house di Massagno con un concerto-show

LUGANO - Dopo più di un anno di lavoro il progetto “You Could Almost" di Nic Gyalson arriva in porto. Il cantautore luganese presenterà il suo secondo album con un concerto-show giovedì 24 ottobre al Lux art house di Massagno.

Come ti senti a essere arrivato alla fine di questo lungo cammino?
«Sono felice, emozionato e anche vagamente confuso. Fa sempre un effetto particolare finire un'avventura, specialmente dopo aver passato un anno dentro questo mondo che mi sono costruito».

Lo show di giovedì è la ciliegina sulla torta o il momento in cui il tuo lavoro viene sottoposto a un giudizio?
«Direi entrambe le cose. È sicuramente l'occasione per giudicare se tutto è andato bene ma è anche la ciliegina sulla torta. Anzi, è proprio tutta la torta, è il coronamento e l'attimo in cui si tirano le somme del lavoro».

Chi ci sarà sul palco insieme a te? Prevedi degli ospiti?
«Ci saranno Serena Maggini (basso, synth, tastiere e voce) e Dario Pedrazzi (batteria). Non sono previste ospitate, ci sarà Marco Kohler alias Dj Moci di Rete Tre che farà l'introduzione».

Cosa verrà proiettato alle vostre spalle durante lo show?
«I videoclip delle canzoni che abbiamo realizzato in questi mesi più uno nuovo, che verrà presentato per la prima volta giovedì e che nessuno ha ancora visto. Ci sarà anche qualche clip fatta apposta per la proiezione, dei video-arte che ho realizzato e che sono sincronizzati con il concerto».

È qualcosa di molti anni '60 o '70, se vogliamo...
«È un po' sulla falsariga di quello che facevano i Pink Floyd e altri ancora: c'è quell'elemento di psichedelia e di gioco in cui lo spettatore si perde e si ritrova. Qualcosa che oscilla tra cinema e musica live».

C'è una, tra le varie canzoni di questo progetto, che ti ha dato delle soddisfazioni particolari?
«"You Could Almost", il singolo title track dell'album, mi ha dato molte soddisfazioni: mi piace il tiro che ha e sono contento che stia andando bene in radio. Sicuramente "Spinnin' Around In The Shade", la ballad elettro-acustica: è un brano che mi dà tanto, mi emoziona ogni volta che lo suono ed è quello più "immediato". C'è poi il pezzo che apre il disco e che è quello che c'entra meno con l'intero progetto, dal punto di vista concettuale ed estetico. È quello che nessuno ha ancora sentito e che viene presentato in anteprima giovedì. Mi piacciono le atmosfere che evoca e il modo in cui "mi cala" nel viaggio musicale, anche se è quasi più una colonna sonora che una canzone».

I media stanno descrivendo "You Could Almost" come un mix tra glam, psichedelia e dark. Ti ci ritrovi?
«Ho sempre messo gli elementi psichedelici nel mio lavoro e non li posso negare. Ho ascoltato molta musica anni '60 e si sente, poi nella mia voce e nei suoni che ho scelto puoi ritrovare i Beatles o i Pink Floyd, o anche alcune cose dei Led Zeppelin, anche se sono nascoste (ride, ndr). Dark... sì, l'atmosfera di questo disco è cupa e ci sono un paio di pezzi ("You Could Almost" e "Underneath My Feet") quasi lugubri, anche se hanno un elemento divertente, rock 'n roll. Sul glam, infine, c'è l'influenza di David Bowie abbastanza forte, sia visiva che musicale. Quindi sono stato ispirato da quel tipo di glam e dal suo percorso da Ziggy Stardust in poi».

Cosa farai nelle prossime settimane?
«Non è previsto un vero e proprio tour nel prossimo futuro, anche se sicuramente non smetterò di suonare. Ci sarà un po' di lavoro di promozione da fare, ma per il resto parto su qualcosa di nuovo: devo creare la colonna sonora di un film che abbiamo girato in Patagonia all'inizio di quest'anno. C'è il fatto poi che mi trovo in una fase molto creativa, perciò sento il bisogno di andare avanti musicalmente e sto scrivendo del nuovo materiale».

Quindi guardi subito oltre "You Could Almost"...
«Può sembrare assurdo ma è proprio così. Continuerò a suonare il disco ma non voglio nemmeno avere troppo stress. Vediamo come vanno le cose e nel frattempo continuo a creare. C'è un bel progetto in ballo per l'anno prossimo, ma è ancora troppo presto per parlarne».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-12 05:47:05 | 91.208.130.89