Netflix
Katherine Langford (Hannah) in una scena della prima stagione di "13".
STATI UNITI
16.07.2019 - 12:000

Netflix ha tolto proprio quella scena dalla prima stagione di “13”

Perché troppo esplicita e forte, anche se per due anni e mezzo la produzione l'aveva difesa ad oltranza. Sul web i fan sono divisi

LOS ANGELES - Aveva fatto parlare parecchio di sé ai tempi (così come tutta la serie “13”) generando diverse polemiche, gli autori e Netflix l'avevano difesa a spada tratta ma - a quanto pare - alla fine hanno cambiato idea.

Dopo due anni e mezzo dalla messa in onda, infatti, il colosso dello streaming ha deciso di lavorare di forbici intervenendo in maniera sostanziale sulla scena in cui Hannah (Katherine Langford) si toglie la vita. L'evento che darà poi il "la" a tutta la serie.

«Volevamo far si che “13” fosse una serie che raccontasse una storia in cui gli adolescenti di oggi potessero identificarsi. Per quanto riguarda il suicidio volevamo renderlo in maniera brutta, dolorosa e terribile: di modo che nessuno avrebbe mai potuto desiderare di emularlo. Ascoltando però le motivazioni di associazioni e specialisti abbiamo deciso di modificarla. Nessuna scena vale un'intera serie e il suo messaggio-chiave: dobbiamo prenderci cura l'uno dell'altro», ha spiegato via social la produzione

Il cambiamento ha diviso in maniera abbastanza netta i fan, fra chi l'ha apprezzata (appoggiando la preoccupazione degli esperti del settore) e chi invece riteneva che - per quanto brutale - la scena avesse un significato forte e importante in grado di portare a una riflessione su un tema del quale si parla sempre troppo poco.

L'uscita della terza stagione di "13" è prevista per la fine dell'estate.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-16 13:48:15 | 91.208.130.86