Bang ShowBiz
Il primo matrimonio è stato per Mariah Carey «come una prigione».
STATI UNITI
14.07.2019 - 14:150

Mariah Carey parla del suo primo matrimonio: «Mi sentivo in prigione, come una sposa bambina»

La popstar ha aggiunto: «Ero controllata, non ero libera di fare niente, non ero trattata come un essere umano»

LOS ANGELES - Mariah Carey ha rivelato che durante il suo primo matrimonio con l'ex presidente della Sony Tommy Mottola si sentiva costantemente controllata e aveva la sensazione di essere prigioniera di suo marito. La cantante, nonostante l'imprenditore avesse vent'anni più di lei, decise di sposarlo nel 1993 e il loro matrimonio durò circa tre anni. Ha raccontato: «Potrei essere paragonata a una sposa bambina». 

«Secondo me quel matrimonio è stato un tentativo per controllare non solo me come persona ma me come artista. Volevano a tutti i costi che si preservasse la mia immagine di brava ragazza americana. Ero controllata, non ero libera di fare niente, non ero trattata come un essere umano. Mi sentivo come in prigione», ha spiegato la 49enne.

Dopo essersi separata da Mottola e aver definito il loro rapporto «sbagliato e inappropriato», la Carey nel 2008 ha sposato Nick Cannon, da cui ha avuto due gemelli, Monroe e Moroccan, che oggi hanno 8 anni. La coppia ha poi divorziato nel 2016 rimanendo però in ottimi rapporti.

Durante un'intervista rilasciata alla rivista "Cosmopolitan" Mariah ha detto: «Non sono stata con molti uomini, ma sono stati tutti molto diversi tra loro. In totale cinque con cui ho avuto relazioni importanti e a dire la verità è un po' una 'vergogna' per me vista la media di relazioni che hanno le persone che fanno parte del mondo dello spettacolo».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-17 15:31:01 | 91.208.130.87