ROAM
Cinque buone ragioni per non perdersi Roam Festival.
ULTIME NOTIZIE People
FOTO
CANTONE
2 ore
Officine Sonorum, la musica live ticinese riparte dallo streaming
Un portale nostrano per chi suona (e chi rende possibile farlo) esordisce questa domenica 9 agosto
ITALIA
11 ore
Mara Venier, sfortuna infinita: nuova caduta
La conduttrice di “Domenica In” è inciampata mentre si trovava a Forte dei Marmi in vacanza con amici
ITALIA
13 ore
Eleonora Daniele svela le sue emozioni da neomamma
La conduttrice televisiva ha dato alla luce la piccola Carlotta a maggio e ora ne parla per la prima volta
STATI UNITI
15 ore
Neil Young non molla e fa causa a Trump per l'uso delle sue canzoni
«Non le ho scritte per fomentare l'odio e l'ignoranza», e chiede 150 mila dollari. Non è la prima leggenda a farlo
ITALIA
17 ore
Michelle Hunziker: «Vi spiego cosa è l’amore»
La splendida showgirl svizzera decide di condividere con i suoi follower la sua idea di amore e felicità
COREA DEL SUD
18 ore
BTS, un nuovo singolo per sconfiggere la paura
La band coreana ha annunciato la pubblicazione di un nuovo brano, in lingua inglese, per il prossimo 21 agosto
FOTO E VIDEO
STREAMING
19 ore
I supereroi incasinati di “The Umbrella Academy” se la giocano alla pari con la Marvel
La famiglia di supereroi, decisamente disfunzionali, torna su Netflix con una sorprendente seconda stagione
STREAMING
CANTONE
21 ore
Una nuova canzone di Steve Lee nel giorno del suo compleanno
È un classico degli anni Ottanta: "Eye of the Tiger"
LIBANO
23 ore
Le star libanesi sconvolte per Beirut
Mika, Mia Khalifa e Nancy Ajram hanno manifestato sui social il loro dolore per quanto avvenuto ieri.
CANTONE
1 gior
Per i Nova e Christian Zatta una mini-tournée... sotto le stelle
La band del chitarrista ticinese a settembre farà un mini-tour fra musica e scienza negli osservatori astronomici
LUGANO
01.07.2019 - 06:010

Cinque buoni motivi per andare a Roam Festival

Dagli artisti in cartellone fino ai prezzi convenienti, passando per location e atmosfera

LUGANO - Torna, dal 25 al 27 luglio, il festival più cool dell'estate ticinese. Giunto alla terza edizione con la formula e la denominazione attuale, Roam Festival mostra al pubblico ticinese, svizzero e (perché no) internazionale la sua anima alternativa: gli organizzatori pescano spesso e volentieri dalla scena nordeuropea, ma non mancano incursioni nella world music e in altri contesti. Basterebbero i nomi dei protagonisti - Metronomy, The Japanese House, Apparat, Lea Porcelain, Under Changeover, White Lies, Giorgio Poi, Alex Neri -, ma ecco qui cinque buone ragioni per non perdersi assolutamente questa rassegna.

Motivo 1: location e atmosfera uniche

Roam Festival ha un grande vantaggio sulla maggior parte delle altre kermesse musicali: chi può vantare una location paragonabile? Ben pochi eventi sono così fortunati da essere circondati dal verde e ad avere il lago a due passi. Poi quell'atmosfera particolare che si crea ogni sera: a tratti intima, oppure scatenata e piena di energia - dipende da chi è il protagonista sul palco. Un contesto perfetto per affrontare le calde serate estive con proposte musicali di qualità e in un clima conviviale e rilassato.

Motivo 2: la scelta (top) degli artisti

Su una cosa si può essere sicuri al 100%: la scelta degli artisti di Roam Festival non sarà mai banale. Lo dimostra la line-up di questa edizione e i programmi di quelle che l'hanno preceduta. Chi altri è riuscito a riunire nella stessa settimana Slowdive e Mogwai, Fennesz e Bassekou Kouyaté (lo scorso anno) oppure Cigarettes After Sex e Tinariwen, Warhaus e Aurora (nel 2017)? Nomi di assoluto prestigio e che dimostrano nel contempo un lavoro d'indagine alla ricerca dei nomi più interessanti della scena musicale.

Motivo 3: un lusso avere i White Lies

Non ce ne vogliano gli altri artisti in cartellone, ma ci sentiamo di dire che il pezzo da 90 dell'edizione 2019 di Roam ha nome White Lies. Poter gustare a Lugano l'esibizione di Harry McVeigh, Charles Cave e Jack Lawrence-Brown è un vero e proprio lusso, per il quale non c'è che da ringraziare chi lo ha reso possibile. Se non conoscete i White Lies fatevi un giro su Spotify e magari sentitevi “Five”, il loro ultimo (e quinto) album così da farvi un'idea del loro stile e del perché sono un grande gruppo.

Motivo 4: Roam è bello e costa poco

Sul versante prezzi Roam Festival riesce a essere assolutamente concorrenziale, anzi: è difficile trovare una tale qualità della proposta musicale a un costo così contenuto, per non dire (come si diceva una volta) “popolare”. Per non affannarsi a comprare i ticket all'ultimo minuto (risparmiando pure qualcosina) c'è la possibilità di ricorrere alla prevendita su Biglietteria.ch. Si può scegliere tra le singole serate oppure optare sull'abbonamento, una conveniente soluzione per seguire tutti e tre i concerti.

Motivo 5: un evento unico nel suo genere

Roam Festival si è costruito in questi anni una solida reputazione ed è diventato sinonimo di musica di primissimo livello a prezzi contenuti, in un contesto giovane e vivace che completa l'offerta culturale di una città, Lugano, che nelle settimane estive riesce a dare il meglio di sé. È il festival alternativo di primo piano che mancava in un Ticino già ricco di eventi musicali di spessore e può davvero competere, per tutte le ragioni che abbiamo elencato, con rassegne più grandi e consolidate nel tempo.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-06 09:29:42 | 91.208.130.86