FOTO MARIKA BRUSORIO
Da sinistra Jonas Macullo, Christian Schwarz, Marco Kohler.
ULTIME NOTIZIE People
LOCARNO
48 min
Da Nek a Loco Escrito: altri nomi per Moon&Stars
Altri tasselli per completare il programma della kermesse musicale locarnese
ITALIA
1 ora
Amadeus difende Savino: «La Gregoraci accetti un no»
Il conduttore interviene così sulla polemica scatenata ieri dalla showgirl, Savino si smarca in diretta radio: «Mai discriminato nessuno»
STATI UNITI
2 ore
Eminem fa undici, strizzando l’occhio a Hitchcock
A sorpresa, il rapper ha pubblicato nelle scorse ore il suo nuovo album “Music To Be Murdered By”
ISRAELE
4 ore
«Stop this story», ecco perché le celebrità lo stanno postando
Cantanti e attori di tutto il mondo stanno partecipando alla campagna contro l'antisemitismo lanciata su Instagram
STREAMING
MAGGIA
6 ore
Periodo da urlo per Lu Land: nuovo singolo e agenda intasata
Arriva sul mercato discografico “Viverci da sempre”, brano pop scritto in collaborazione con il paroliere di Francesco Renga. E all’orizzonte ecco nuovi progetti
FOTO
STATI UNITI
8 ore
Processo Weinstein, Gigi Hadid non sarà tra i giurati
La top model è stata inizialmente valutata, ma poi scartata
CANTONE
10 ore
Addio Rocky Wood, benvenuti Monte Mai
Dalle ceneri della band nasce un trio, che sta preparando il suo debutto discografico
STREAMING
18 ore
Pare proprio che Netflix abbia congelato "Mindhunter"
La serie di David Fincher, che tra l'altro ha parecchi estimatori, è finita in un limbo e gli attori sono stati liberati, come andrà a finire?
Gossip
20 ore
Gregoraci all’attacco: “Savino mi ha fatto fuori da Sanremo!”
Su Instagram lo sfogo della showgirl contro il conduttore de "L'Altro Festival"
ITALIA
22 ore
Belen e Stefano, anche i ricchi… risparmiano!
La coppia mostra su Instagram un acquisto decisamente inusuale per i loro standard
SVEZIA
1 gior
Spotify lancia le playlist per gli animali domestici
È un algoritmo a scegliere i brani più adatti a cani, gatti, criceti, uccellini e... iguane
STATI UNITI
1 gior
La reunion di "Friends" è in stallo
Non sarebbe stato raggiunto l'accordo economico
ITALIA
1 gior
Biennale di Venezia, Cate Blanchett presiederà la giuria
La decisione è stata presa venerdì 10 gennaio dal Cda
FOTO
REGNO UNITO
1 gior
Primo impegno pubblico anche per Harry
Il duca di Sussex ha preso parte alla presentazione della Rugby League World Cup 2021
STATI UNITI
1 gior
Troppi detenuti morti, Jay-Z fa causa al carcere
Il rapper e la sua Team Roc contro le autorità di due centri di detenzione del Mississippi: «Lo stato ha fallito»
STATI UNITI
1 gior
Tarantino torna alla regia. Ma in tv
Il regista ha confermato che dirigerà i cinque episodi di "Bounty Law", la serie western inserita in "C'era una volta a... Hollywood"
REGNO UNITO
1 gior
Markle contro Markle
Thomas, il padre della duchessa di Sussex, potrebbe diventare il testimone chiave in tribunale contro la figlia
STATI UNITI
1 gior
È morto il padre di The Rock
Rocky Johnson, leggenda del wrestling, aveva 75 anni
CANTONE
1 gior
I The Flag di nuovo insieme, ma solo per una volta
La mitica band ticinese si riformerà dopo 5 anni dallo scioglimento per una data unica questo sabato: «Niente rancori, solo musica»
CANTONE
06.05.2019 - 06:010

Freaky Farm, in volo verso nuovi mondi (sonori)

Finirà in rete oggi alle 18 “Diviner”, singolo (e video) d’esordio di Freaky Farm, neonata band ticinese - tutta da scoprire -.

LUGANO - Parliamo di un gruppo, o meglio di un supergruppo, condiviso da tre “addetti ai lavori” che sulla scena musicale - in ambiti distinti - si muovono già da qualche tempo. Nelle fila della band difatti troviamo  Christian Schwarz (voce, testi) - che all’inizio del Millennio ha dato vita a Zodiac Project e, una decina di anni più tardi, a Soundvision -, così come Marco Kohler (batteria, programming) e Jonas Macullo (tastiere, produzione).

Con “Diviner”, Schwarz, Kohler & Macullo portano l’ascoltatore dentro ammalianti sonorità sintetiche che, in video, si traducono, fotogramma dopo fotogramma, in meraviglie della natura.

Christian, come ha preso forma il progetto?

«Un progetto è una dimensione che si concretizza, spesso è un processo inconscio che attende solo la scintilla adatta per far sì che la luce si faccia strada, è una collisione di mondi che genera vita; in questo caso è l'incontro e la condivisione di una grande amicizia che con semplicità e complicità sta dando vita a esseri speciali e peculiari: i nostri pezzi».

Da dove la scelta del nome?

«Il nome simboleggia “la community”. Siamo una comunità, impegnata in un lavoro che coinvolge diversi elementi, per lo più appartenenti a un concetto naturale, primordiale, vegetale, karmico. Tutto questo cerchiamo di tradurlo in versi, suoni, musica e immagini. Però questa non è una comunità ordinaria, bensì stramba, insolita. L'elemento assurdo lo trovo molto adatto, mi riconosco e mi ci specchio, amo tutto ciò che è inquietante, fuggo da sempre dalla normalità, è lei a spaventarmi. La fantasia, la creatività, l'idea, sono elementi che possono vivere solo se diamo loro il concime che necessitano, e fortunatamente la nostra serra ne è piena. Tante piccole talee stanno radicando».

Come tradurresti “Diviner” in italiano?

«Questi sono i termini che amo, termini che possono essere interpretati in molteplici modi, come la lettura dei segni. Non dobbiamo chiuderci in una scatola passando il tempo a misurarne gli angoli perché ci danno sicurezza, è esattamente il contrario: ne veniamo consumati, lo puoi notare chiaramente osservando quotidianamente la società umana. Dobbiamo aprire i canali e lasciare fluire le cose, il divinatore e il rabdomante lo sanno fare molto bene, non si pongono razionalmente il perché fanno quel che fanno: lo fanno e basta».

Vuoi entrare nel dettaglio dei versi, delle strofe?

«Non entro mai in questo esercizio di stile, lo trovo povero e fine a sé stesso. Nella vita ordinaria, il numero delle storie “vere”, quelle con un inizio, uno svolgimento e un epilogo, va da zero a zero. Se sei in grado di dare - in questo caso a chi ascolta i versi che scrivo - elementi emotivi, universali, stimolanti, interpretabili ad personam, sarà l'ascoltatore a raccontarsi una storia. Non lo trovi straordinario? È questo che voglio fare con Freaky Farm».

Che vuoi dirmi invece della struttura musicale del pezzo?

«È  molto umano voler spiegare tutto; ma è proprio quello che non è spiegabile e invisibile a rendere eccitante la vita: e io prediligo questo aspetto, anche nella musica».

Al suo interno risuona uno straordinario synth-pop: da chi o da dove provengono le maggiori influenze musicali?

«Non citerò nomi, stili, movimenti o epoche musicali. La cosa non mi interessa. Ti dirò di più, in questo periodo sto ascoltando pochissima musica, sto rigenerando mente, orecchie e padiglioni auricolari. Mi concentro su quello che stiamo creando e ti assicuro che funziona, quello che esce è quello che hai dentro senza filtri o condizionamenti. Posso solo dirti una cosa: la mattina quando mi alzo mi trovo spontaneamente a guardare verso nord... “I'm a northern soul…”».

Raccontami della realizzazione del video, messa a punto con l’utilizzo di un drone…

«Inizierei con una domanda: perché scegliere una spiaggia tropicale quando il paradiso è in casa nostra? La Svizzera è un paese bellissimo che forse varrebbe la pena conoscere meglio. Rappresentare montagne, vallate, fiumi e laghi significa rendere loro omaggio, contemplare la magia di madre natura senza turbarla, accettandone l’imprevedibilità e riflettendo sul rapporto - se ce n’è ancora uno - che lega noi umani civilizzati ad essa. Il videoclip rispecchia il carattere “sostenibile” di Freaky Farm e il volo ne esalta lo spirito libero e aperto verso mondi da scoprire, forse già là in fondo, oltre l’orizzonte di quelle fantastiche montagne svizzere».

E delle registrazioni del brano, che vuoi dirmi?

«Si sono svolte un po' a casa mia, nel mio home lab, il resto da Jonas, nel suo Jdm Studio che fortunatamente dispone di tutto quello che ci permette di lavorare e finalizzare il prodotto sino al missaggio, mentre la masterizzazione è stata curata da Naïche Barbaglia a Ginevra, persona di fiducia con la quale collaboro da una decina d'anni».

Immagino che “Diviner” anticipi un album o un ep…  

«Evidentemente l'album è in cantiere, ma non uscirà prima che termini il processo di lancio dei singoli, che abbiamo pianificato in un arco temporale di parecchi mesi. “Diviner” è il primo, ne seguiranno altri cinque. Oltre al lato discografico, per di più, c'è da settare quello organizzativo: con il tempo vorrei cedere a terzi aspetti - come promozione e management - che mi pesa seguire. Nel contempo, la ricerca di un’etichetta è “on the way”: stiamo valutando diverse opportunità».

Quando prevedi l’uscita dei prossimi singoli?

«“Diviner” farà il suo lavoro da qui a fine agosto, pensiamo si adatti particolarmente bene al periodo estivo. Ai primi di settembre uscirà “Biokarma”, altro pezzo sul quale puntiamo molto. A novembre verrà seguito da “Godlike”, il nostro piccolo bambino difficile».

Possiamo aspettarci a breve anche un primo live della band?

«Attendi l'inatteso e prima o poi accadrà. Quando il processo di lancio sarà ultimato sarà cosa naturale tradurlo in esibizioni dal vivo, dimensione nella quale ho voglia di immergermi nuovamente… Voglio essere un buon frontman per la mia band... “Keep cool, more to come…”».

Info: freakyfarm.net

 

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-17 16:33:01 | 91.208.130.85