Keystone
REGNO UNITO
07.04.2019 - 10:130
Aggiornamento : 10:49

«Finito il “Trono Spade” ho avuto una crisi d'identità»

Anche per la tostissima Sansa Stark abbandonare il set della serie-cult (che settimana prossima tornerà sugli schermi) non è stata una passeggiata: «La terapia mi ha aiutato»

LONDRA - L'attrice Sophie Turner ha rivelato di aver avuto una crisi d'identità dopo la fine delle riprese de 'Il Trono di Spade'. La 23enne, che nella serie tv della HBO interpreta Sansa Stark, ha ammesso di essere dovuta andare in terapia perché il suo personaggio era diventato troppo importante di lei.

«Sei o sette mesi fa, appena finite le riprese de 'Il Trono di Spade, ho attraversato un momento un momento davvero difficile perché era come se mi fossero stati tolti gli ultimi 10 anni della mia vita», ha raccontato.

«Ho attraversato una crisi d'identità e all'improvviso mi sono sentita così piccola e inutile. Ma poi grazie alla terapia ho superato il momento, mi ha aiutata davvero tanto e ora sto meglio», ha aggiunto durante un'intervista rilasciata a 'Entertainment Tonight'.

Recentemente Sophie ha dichiarato che per lei lavorare nel noto show fantasy è stata una benedizione ma allo stesso tempo una maledizione.

«I miei standard si sono elevati. E questa cosa è sia una benedizione che una maledizione. Il mio primo lavoro come attrice è stato proprio nel Il Trono di Spade, ho lavorato con sceneggiature incredibili, attori straordinari, e ho lavorato con la migliore squadra possibile. Tutte cose che ti fanno diventare un po' snob o più esigente per i progetti futuri», ha affermato. «Il pensiero di non lavorare più con Lena, Peter, Maisie e Kit è insopportabile per me», ha concluso.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 22:59:29 | 91.208.130.85