Keystone
ITALIA
13.02.2019 - 14:300

Satana, Virgilia Raffaele, Sanremo e Salvini: la polemica è servita

In Italia se ne sta parlando tantissimo e il dibattito è assolutamente surreale

SANREMO - La polemica più surreale dell'anno è servita: uno sketch di Virginia Raffaele durante l'ultimo Festival di Sanremo è stato contestato con veemenza da chi ritiene che il suo menzionare più volte Satana sarebbe una mancanza di rispetto «alle tante persone che sono realmente oppresse dal maligno». «Inneggiare il nome di Satana in prima serata su Rai Uno, penso sia stato uno scivolone sconcertante». Parola di don Aldo Buonaiuto, esorcista e autore di un articolo che sta trovando un'eco diffusa.

Grazie anche al più potente amplificatore social italiano: Matteo Salvini. Il ministro dell'Interno è intervenuto così sulla questione: «Capisco e condivido le preoccupazioni espresse da don Aldo Buonaiuto. Non bisogna sottovalutare il problema delle sette sataniche e serve affidarsi agli esperti che ci aiutano a combatterlo. È un fenomeno preoccupante, apparentemente lontano dalla esperienza quotidiana, eppure molto più vicino e più frequente di quanto si pensi». 

La questione è surreale per vari motivi: lo sketch in questione - la comica finge di essere un grammofono rotto e ripete per cinque volte "Satana", parodiando le leggende metropolitane sui messaggi satanici nei dischi rock - risale a giovedì e, nel bel mezzo delle polemiche sanremesi, nessuno ne aveva parlato. Ora ecco don Bonaiuto che dice la sua e una schiera di politici che si accodano. «Prendere in giro, ridicolizzare e invocare il maligno di fronte a un pubblico di milioni di italiani, compresi minori, è alquanto discutibile» dice leghista Simone Pillon, tra gli organizzatori del Family Day. «L’attrice comica Virginia Raffaele è solitamente molto brava, ma in questo caso fatichiamo a comprendere le sue scelte: su certe cose, che purtroppo causano sofferenze a molte persone, c’è purtroppo ben poco da ridere».

Messaggi preoccupati anche da esponenti di Forza Italia, Pd e Udc, tutti preoccupati di tutelare l'elettorato cattolico in vista delle elezioni europee. Gonfiando a dismisura quello che era un semplice intervento comico. Ma con Sanremo succede sempre così: ogni questione viene ingigantita a dismisura. Anche a distanza di giorni.

Oggi l'Italia è divisa tra chi è preoccupato per Satana invocato sul palco dell'Ariston e chi ride (o è sconcertato) di questa polemica.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-20 07:35:51 | 91.208.130.86