Immobili
Veicoli
Radio Gwendalyn
ULTIME NOTIZIE People
STATI UNITI
3 ore
Depp non testimonierà, Moss sì
Cambio di strategia da parte del team legale di Amber Heard
SVIZZERA
8 ore
Bruce Springsteen ritorna in Svizzera
L'appuntamento con il rocker americano per antonomasia è per il 13 giugno 2023 al Letzigrund di Zurigo
CANTONE
17 ore
Vaniggio canta l'estate ritrovata (e senza mascherina)
Il cantautore stabiese ritorna con uno pseudo-tormentone per celebrare i mesi più caldi lontani dal Covid
ITALIA
20 ore
Michelle Hunziker, la dedica a Eros per l’esame di karate
La conduttrice s’è laureata cintura blu e ha ringraziato il primo marito
ITALIA
23 ore
Pace fatta tra Fedez e J-Ax
I due artisti organizzeranno un concerto benefico e gratuito il 28 giugno a Milano
FRANCIA
1 gior
Robert Pattinson nel nuovo film del regista di Parasite
Si tratta dell'adattamento cinematografico di Mickey 7. Nel cast anche Mark Ruffalo
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
1 gior
Oltre 4,5 milioni di dollari per la Fender Mustang di Kurt Cobain
La chitarra di "Smells Like Teen Spirit" è stata venduta all'asta insieme ad altre memorabilia musicali
STATI UNITI
1 gior
Bill Cosby, si torna in tribunale
Si tratta di una causa civile per presunti abusi sessuali a metà anni Settanta
FRANCIA
1 gior
La protesta femminista sul tappeto rosso a Cannes
Srotolato un lenzuolo bianco con i nomi di 129 donne uccise da mariti e compagni
ITALIA
2 gior
Fedez, recupero record dopo il tumore: «Merito dell’amore»
L’artista è tornato ad allenarsi dopo soli due mesi dall’operazione
ITALIA / SVIZZERA
2 gior
«Neanche io all'inizio sapevo chi fosse l'assassino»
Joel Dicker ha presentato al Salone del Libro di Torino "Il caso Alaska Sanders"
FOTO
ITALIA
2 gior
«Finalmente abbiamo ricominciato a vivere»
Così Vasco Rossi all'indomani del concerto davanti a 120mila persone a Trento
STATI UNITI
3 gior
Margot Robbie nel prequel di "Ocean's Eleven"
Il film dovrebbe essere ambientato negli anni '60 e in Europa
REGNO UNITO
3 gior
Ed Sheeran è nuovamente papà
La secondogenita della popstar britannica è ancora una bambina
FOTO E VIDEO
REGNO UNITO
4 gior
Tom Cruise, William e Kate insieme per "Top Gun: Maverick"
Risate e battute in occasione della premiere del film a Londra
STREAMING E VIDEO
CANTONE
4 gior
Con "Stay" è iniziato il conto alla rovescia, per Alice Mondia
Nuovo singolo e videoclip per la cantante ticinese, che si prepara alla pubblicazione di "Shards of Glass"
FRANCIA
4 gior
Alessandro Borghi e Luca Marinelli, a Cannes l’inedita “uscita a quattro”
Fanno notizia i due riservatissimi attori in passerella con le rispettive partner  
ITALIA
4 gior
Marco Mengoni con le stampelle in tv: è giallo sull’infortunio
Il cantante si è esibito da seduto, poi non ha chiarito cosa gli sia accaduto
CANTONE
5 gior
Quella casa ad Ascona che accoglieva bambini in difficoltà e in fuga dalla guerra
La storia di Lilly Volkart raccontata da Mattia Bertoldi nel suo romanzo “Il coraggio di Lilly” da oggi nelle librerie
FOTO
FRANCIA
5 gior
Tutti pazzi per "Top Gun: Maverick"
È il grande giorno di Tom Cruise al Festival di Cannes
ITALIA
5 gior
Troppe stalker, Can Yaman costretto a cambiare casa
L’attore turco rimarrà a Roma: «La gente ha superato ogni limite»
STATI UNITI
6 gior
Quelli che si accapigliano per assistere al processo Depp-Heard
Lo sceriffo ha dovuto regolamentare l'attesa dei fan all'esterno del tribunale, e c'è anche del "bagarinaggio"
CANTONE
6 gior
La provocazione di "Shivers": un'arpa che canta come una voce
Continua il percorso di sperimentazione di Kety Fusco, con questo nuovo singolo pubblicato nei giorni scorsi
STREAMING E VIDEO
CANTONE / STATI UNITI
6 gior
Colpaccio Sebalter: una sua canzone nella serie più vista su Netflix
"Gente Simpatica" ha trovato spazio in uno degli episodi di "Avvocato di difesa", il musicista ci spiega com'è andata
ITALIA
6 gior
Fedez, gesti di pace con J-Ax e Rovazzi
L’artista sembra aver seppellito l’ascia di guerra con i suoi ex soci
SVIZZERA
6 gior
Dopo quasi 10 anni lunedì esce il seguito di “La verità sul caso Harry Quebert”
Il nuovo romanzo del ginevrino Harry Quebert si intitola “Il caso Alaska Sanders” e sarà in libreria il 23 maggio
ITALIA
1 sett
Sabrina Ferilli: «Fino a 26 anni non mi corteggiava nessuno»
L’attrice e sex symbol ha confessato in tv di aver sofferto per il suo aspetto fisico
CHIASSO
04.09.2018 - 06:010

Radio Gwendalyn, tutte le novità della prossima stagione

Il 30 settembre si conclude la campagna di raccolta fondi per sostenere l'emittente indipendente e i suoi numerosi progetti

CHIASSO - Lunedì 1° ottobre prende il via la nuova stagione di Radio Gwendalyn. Negli scorsi mesi sono cambiate tante cose nell'emittente indipendente nata a Chiasso. La scorsa primavera è stato costituito un nuovo comitato, alla cui guida sono stati nominati Herbert Pacton e Kavashar Ratman. Fino al 30 settembre è poi in corso una campagna di raccolta fondi che potrà dare «la possibilità di continuare a vivere in qualità di unica radio indipendente ticinese, ma anche di allargare la Famiglia Gwen» 

Perchè in primavera avete deciso di far diventare Radio Gwendalyn una vera e propria Associazione?

Herbert Pacton: «Radio Gwendalyn si è ingrandita molto dalla sua fondazione 10 anni fa ed è recentemente entrata in DAB+: c’era bisogno di creare una struttura più semplice affinché il gruppo potesse lavorare in maniera più efficiente e organizzata. Per questo abbiamo creato una nuova associazione: il Comitato è stato ridimensionato permettendoci di essere più ordinati nelle miriadi di decisioni che prendiamo ogni giorno in radio. Abbiamo inoltre rivisto lo statuto tenendo però presente lo spirito fresco e indipendente che in tutti questi anni ha caratterizzato
Radio Gwendalyn. Due sono i maggiori obiettivi prefissati: essere maggiormente presenti sul territorio e aumentare i soci sostenitori della radio».

Come sta procedendo la campagna di raccolta fondi?

HP: «Sta procedendo bene: in due mesi abbiamo raccolto quasi 100 adesioni per un totale di circa 2000 franchi. Ci stiamo muovendo per raccoglierne altri: non essendo riconosciuti dalla Confederazione come radio complementare della Svizzera italiana, dobbiamo trovare da soli il sostegno necessario per coprire i costi. Non sono tanti ma neanche pochi: si tratta soprattutto dell’affitto dell’antenna DAB+, l’affitto dello studio e i diritti della musica, per nominarne alcuni. Nel contempo ci teniamo ad avvicinare sempre nuovi collaboratori volontari, interessati a questo magnifico mondo. Radio Gwen è costantemente alla ricerca di nuove leve, di qualsiasi età che desiderino avvicinarsi e scoprire il mondo radiofonico. Per diventare soci di Radio Gwendalyn basta cliccare qui».

C’è poi il progetto di Radio Casvegno che continua…

Niccolò Giansante: «Il progetto di radiofonia socio-culturale di Casvegno continua come spazio d’incontro, di espressione e di scambio tra le persone. Dallo scorso anno il gruppo di lavoro di Radio Casvegno s’impegna a creare le “Pillole di Casvegno”, registrazioni della durata media di cinque minuti che accompagnano quotidianamente durante tutto l’anno il palinsesto radiofonico di Radio Gwendalyn. Da quest’anno verrà inserito un momento in cui le persone presenti anche al di fuori dello studio potranno ascoltare la sessione radiofonica. Questo spazio, dedicato all’ascolto e all’incontro, si chiamerà Radio Casvegno Live! e inviterà con una certa regolarità ospiti della cultura ticinese e dintorni. Una dimensione del progetto radiofonico che vuole dare ancora più importanza all’aggregazione, all’inclusione e allo scambio culturale.

Con Nettune Radios allevate le “nuove leve” del panorama radiofonico ticinese?

HP: «Certo! Diversi studenti delle scuole superiori, dopo aver terminato il loro percorso di studio, hanno intrapreso un percorso radiofonico. Questo ci rende molto fieri: cerchiamo di avvicinare giovani dai 14 ai 19 anni a un mondo tanto affascinante quanto misterioso. Al giorno d’oggi, nella nostra opinione, siamo molto abituati a comunicare attraverso il computer e lo smartphone, bombardati costantemente da immagini. Noi mostriamo quanto è importante poter creare dei mondi anche senza immagini attraverso un microfono e la propria immaginazione. Ad oggi il progetto è al 4° anno e conta 4 licei: Radio LiMe (Mendrisio), Radio JungleCiani (Lugano 1), Radio Wow (Lugano 2) e Radio Polistirolo (Liceo di Locarno), ultimo entrato nel network. Ogni radio ha una redazione e i redattori si occupano dei programmi radiofonici e della gestione delle dirette settimanali. Le ragazze e i ragazzi seguono eventi esterni al loro ambito scolastico. Per esempio saranno in diretta ogni giorno dal FIT Festival a Lugano, dal 26 settembre al 7 ottobre. Cerchiamo di arricchirli di cultura e di avvicinarli al mondo della comunicazione che richiede diverse regole: saper esprimersi correttamente, arricchire l’ascoltatore, essere puntuali, saper ascoltare e non da meno: avere tanta fantasia.
Quando vediamo i giovani maturare dietro il microfono anno dopo anno soprattutto con nuove idee e una marcia in più, per noi questo è il regalo più bello che possiamo ottenere.

Promettete tanta nuova musica, soprattutto quella che non si sente sulle altre emittenti: qualche nome?

Enrico Mangione: «Direi più che nomi di musicisti, si tratta di generi. Ad esempio già adesso la mattina dalle 7 alle 9.30 trasmettiamo Blues, Skiffle, Northern Soul, Surf e uno spazio dedicato alle raccolte compilate dai Cramps selezionando il meglio della loro sterminata collezione di dischi. Sempre al mattino dalle 9.30 a mezzogiorno trovate musica subsahariana, Afro Beat,
giamaicana, medio orientale e sud americana. Oppure la sera dopo le 24 per tutta la notte passa dell’ottimo jazz, psych rock, musica sperimentale. Al mattino presto dalle 5 alle 7 trasmettiamo musica classica e contemporanea.
Cerchiamo di prestare molta attenzione a quello che succede intorno a noi per questo le novità discografiche vengono selezionate ed inserite nella rotazione settimanalmente. Stiamo lavorando per inserire l'elettronica ed il metal. E ci stiamo preparando anche a una selezione di musica svizzera e nostrana. Il nostro intento è dare voce a tutte le nicchie e le subculture cercando nel nostro piccolo di colmare il vuoto lasciato dalla programmazione essenzialmente pop delle radio commerciali».

Come funziona il programma di scambio linguistico tra le radio svizzere?

Luisa Rusconi: «Partendo dal presupposto che la Svizzera è un paese molto variegato ci siamo chiesti: “Perché non condividere tra le diverse aree linguistiche ciò che c'è di più interessante a livello creativo e culturale?”. È nata così ZZAFF!. La sua particolarità è che tutte le radio del progetto - Radio Vostok di Ginevra e dalla nuova stagione Radio 3FACH di Lucerna - devono produrre una puntata mensile nella lingua dell’area linguistica delle altre radio partner, le quali non mandano in onda la propria puntata bensì solo quelle prodotte negli altri cantoni. Questo per invogliare gli ascoltatori delle altre regioni a visitare il Ticino, oltre che a informarsi su ciò che propone il nostro panorama culturale e scoprire realtà che sono perlopiù conosciute dai locali. L'esperimento è interessante anche per stimolare i ticinesi stessi a confrontarsi con le altre lingue nazionali in una maniera più informale. Inoltre invitiamo i nostri ospiti a rispondere alle interviste in francese o in tedesco mettendoli alla prova. È un modo di venirci incontro. Dopotutto siamo tutti svizzeri, la differenza linguistica è la nostra forza e vale la pena sfruttare appieno questo patrimonio!».

La cultura avrà un ruolo ancora maggiore nel palinsesto?

Alan Alpenfelt: «La cultura che proponiamo è espressa soprattutto attraverso le proposte musicali e i progetti socio-culturali. Abbiamo voluto avviare un progetto pilota con alcuni studenti universitari dell’USI. Si tratta di una redazione di approfondimento culturale che andrà in onda ogni settimana. Si chiama Spazio Piuma. L’intento è di dare uno sguardo sulle attività culturali del territorio ticinese, in particolare quelle dei comuni e delle associazioni. Ci teniamo a dare uno spazio d’incubazione agli universitari per mettere in pratica quello che studiano e allo stesso tempo offrire un servizio alla popolazione».

Invece la postazione dj per chi è incolonnato a Chiasso?

Costanzo Luca: «Si chiama GLAÇE. Questo progetto nasce principalmente dall’idea di valorizzare dj e collezionisti di vinili delle nostre zone, un buon modo per diffondere buona musica e magari far incuriosire i passanti di via Livio a Chiasso. Inviteremo a cadenza regolare un collezionista di musica a suonare direttamente in vetrina, per la maggior parte in vinile. Significa che i passanti e le persone incolonnate in strada vedranno un set dj, sperando di incuriosirli. La musica verrà trasmessa su Radio Gwendalyn in DAB+, web e probabilmente… anche in strada. Questi dj set in vetrina sono anche un nostro "tributo" a due radio che noi stimiamo tantissimo: Radio Raheem di Milano e Red Light Radio di Amsterdam».

Avete una richiesta da fare a chi gestisce la politica culturale in Ticino?

Sebastiano Marvin: «Il DECS ha recentemente deciso di premiare la politica culturale del Comune di Chiasso, garantendogli un finanziamento fino al 2020. Più che una richiesta, abbiamo quindi due speranze. La prima, quella di poter rientrare a tutti gli effetti, in quanto radio culturale, nel progetto di politica culturale del Comune in cui siamo nati e da cui da ormai 10 anni trasmettiamo i nostri programmi. La seconda, quella di vedere in Ticino sempre più Comuni che, come Chiasso, portano avanti con decisione una politica culturale coerente e lungimirante per il bene di tutti». 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-24 15:15:35 | 91.208.130.86