LOCARNO
11.07.2018 - 11:300
Aggiornamento 17:20

Il Pardo si presenta, tra Spike Lee ed Ethan Hawke

Presentato il programma della 71esima edizione di Locarno Festival. Sarà "Les Beaux Esprits" di Vianney Lebasque ad aprire il programma di Piazza Grande. Per il Prefestival c'è "Grease"

LOCARNO - Dall'1 all'11 agosto Locarno sarà il tempio del cinema svizzero: andrà in scena la 71esima edizione di Locarno Festival, il cui programma è stato presentato oggi ai media.

Umanesimo - «Mettere al centro del programma l’uomo può apparire scontato; tuttavia mi pare che mai come in quest’epoca le persone abbiano paura di guardare in faccia al prossimo. Si preferisce abbassare lo sguardo, farlo cadere su un piccolo monitor che non ci abbandona mai e che, come una coperta di Linus, ci copre il volto. Allora lo schermo del cinema, così grande da non poter essere evitato, acquista un nuovo ruolo. Il cinema, quella sala dove la dimensione collettiva è imprescindibile, diventa il luogo in cui il volto del prossimo ci guarda» spiega Carlo Chatrian, Direttore artistico di Locarno Festival, per introdurre il programma.

Prefestival - Ad anticipare l'inizio ufficiale della kermesse sarà un film di culto come "Grease", come quest'anno spegne 40 candeline. Chi non ha mai visto le schermaglie amorose - a suon di musica - di John Travolta e Olivia Newton-John, dirette da Randal Kleiser?

Piazza Grande - Sarà Vianney Lebasque ad aprire il programma di Piazza Grande con "Les Beaux Esprits", mentre la chiusura è affidata a "I Feel Good" di Benoît Delépine e Gustave Kervern. Nel mezzo si va da "Blackkklansman" di Spike Lee, già premiato a Cannes, a "Blaze" di Ethan Hawke, passando per "Le Vent Tourne" di Bettina Oberli, "L'ospite" di Duccio Chiarini, "Se7en" di David Fincher e "The Equalizer 2" di Antoine Fuqua.

In totale saranno 17 lungometraggi e 1 cortometraggio - di cui 9 prime mondiali - saranno proiettati in Piazza Grande, la sala cinematografica all'aperto che riunisce ogni sera fino a 8'000 spettatori.

Il concorso internazionale - A contendersi il Pardo d'oro saranno 15 lungometraggi, di cui 13 in prima mondiale.

Le giurie - La giuria del Concorso internazionale sarà presieduta dal cineasta cinese Jia Zhang-ke. Gli altri membri sono lo scrittore francese Emmanuel Carrère, il cineasta statunitense Sean Baker, la collega italo-austriaca Tizza Covi e l'attrice italiana Isabella Ragonese. Alla testa della giuria del Concorso Cineasti del presente sarà il regista Andrei Ujică, supportato dal cineasta britannico Ben Rivers e dall'attrice franco-svizzera Lætitia Dosch. Pardi di domani: il presidente è il francese Yann Gonzalez, assistito dal nepalese Deepak Rauniyar e dalla portoghese Marta Mateus. Della giuria di Signs of Life faranno parte la direttrice di festival svizzera Emilie Bujés, il curatore statunitense Josh Siegel e la curatrice italiana Tiziana Finzi. Infine First Feature, affidato alla responsabile creativa e acquisizioni statunitense Funa Maduka, alla critica cinematografica tedesca Susan Vahabzadeh e al critico britannico Kieron Corless.

Gli ospiti - Saranno presenti a Locarno, fra gli altri: Diego Abatantuono, Isabella Aragonese, Sean Baker, Nour Ballouk, Richard Bellingham, Emilie Blichtfeldt, Fran Borgia, Júlio Bressane, Emmanuel Carrère, Mélanie Charbonneau, Laura Cittarella, Kyle Cooper, Tizza Covi, Benjamin Dickey, Laetitia Dosch, Jean Dujardin, Bruno Dumont, Abbas Fahdel, Alberto Fasulo, Elias Freifer, Antoine Fuqua, Yann Gonzales, Olivier Gourmet, Eugène Green, Ghassan Halwani, Ethan Hawke, Marnie Ellen Hertzler, Kent Jones, Vasilis Kekatos, Marthe Keller, Gurcan Keltek, Eleny Kossyfidou, Mingyang Li, Mariano Llinás, Jodie Mack, Yolanda Moreau, Radu Muntean, Narcissister, Virginie Nolin, Bettina Oberli, Nicolas Philibert, Davit Pirtskhalava, Mary Kay Place, Jérémie Renier, Ben Rivers, David Roux, Hong Sang-soo, Yash Sawant, Jürgen Schmidhuber, John Sloss, Juergen Teller, Melanie Thierry, Andrei Ujica, Virgil Vernier, Michelle Wehe, Siew Hua Yeo, Peter Yu, Jia Zhang-ke, LIN Zi, Omar Zúñiga Hidalgo.

Premi e omaggi - Oltre ai premi già annunciati a Ethan Hawke, Bruno Dumont e Kyle Cooper, gli organizzatori hanno previsto omaggi per Wolf-Eckart Bühler, Pierre Rissient, Francis Reusser e Claude Lanzmann.

Dai film dal mondo a McCarey - È ricchissimo il programma di Locarno Festival: Fuori Concorso dà spazio alle opere di maestri del cinema e registi di rilievo internazionale; le Histoire(s) du cinéma narrano la storia del cinema attraverso i protagonisti di Locarno71. Open Doors conduce il suo percorso di valorizzazione del cinema indipendente attraverso autori e storie dell'Asia del Sud. Infine la retrospettiva dedicata a Leo McCarey (1898-1969), del quale saranno proiettate 109 opere tra lungometraggi e cortometraggi.

Tags
cinema
locarno
programma
ethan hawke
hawke
festival
grande
ethan
piazza
piazza grande
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-22 23:22:47 | 91.208.130.87