ULTIME NOTIZIE People
CANTONE
58 min
Scilla Hess e la colonna sonora dei giovani che dicono «basta»
"Long Forgotten Road", il nuovo singolo in uscita venerdì, è un auspicio al cambiamento
STATI UNITI
2 ore
Juice WRLD stroncato da un'overdose accidentale
Il medico legale ha confermato quale causa un mix letale di ossicodone e codeina
ITALIA
4 ore
Da Junior Cally fino a Battisti: canzoni sessiste e cattive canzoni
La polemica ai brani del rapper a Sanremo non è la prima (e non sarà l'ultima), una breve storia del costante battibecco fra musica e morale
FOTO
CANTONE
5 ore
Sebalter e la "Gente simpatica" trincerata dietro uno smartphone
Domani esce il nuovo singolo del cantautore, primo esempio della sua transizione musicale verso l'electro-pop
STATI UNITI
13 ore
Bradley Cooper vestirà i panni di Leonard Bernstein
Nel suo nuovo film per Netflix l'attore, che sarà anche regista, interpreterà il grande direttore d'orchestra e compositore americano
ITALIA
16 ore
Fabio Volo a Salvini: «Vai a suonare ai camorristi, se hai le palle»
Lo scrittore, in diretta questa mattina su "Radio Deejay", ha duramente criticato l'ex ministro per la sua diretta Facebook di ieri. E non è il solo
CANADA / REGNO UNITO
18 ore
Harry e Meghan contro i paparazzi
Gli avvocati avvertono: la violazione della privacy dei Sussex configura potenzialmente il reato di molestie
ITALIA
19 ore
Valeria Marini vs Rita Rusic, che battaglia in tv!
Le due donne, rivali da anni, hanno dato vita ad furioso litigio
REGNO UNITO
21 ore
Addio a Terry Jones, fondatore dei Monty Python
L'attore gallese aveva 77 anni ed era malato da qualche anno
ITALIA
21 ore
Paola Barale attacca Signorini: «Sulle donne ha dato il cattivo esempio»
La showgirl accusa il conduttore e giornalista di sessismo 
STATI UNITI
22 ore
“Star Trek: Picard”, Patrick Stewart arriva in plancia
Il franchise aggiunge l’ottavo capitolo alla sua lunga storia. Dal 24 gennaio su Amazon Prima di nuovo spazio al leggendario Picard
REGNO UNITO
23 ore
Ozzy Osbourne ha il Parkinson e si curerà in Svizzera
La leggenda del rock dice di sentirsi meglio rispetto a un anno fa
ITALIA
1 gior
J-Ax prepara il ritorno con “ReAle”, da solo…o quasi
Il 24 gennaio il rapper italiano torna con il suo nuovo album a distanza di oltre 4 anni dall'ultimo lavoro
VIDEO
STATI UNITI
1 gior
Lynch, sempre più Lynch
Il regista condensa tutto la sua visione di cinema (e oltre) nei 17 minuti di "What Did Jack Do?", disponibile da ieri su Netflix
BREGGIA
1 gior
«Ecco perché, nonostante i bocconi amari, torno a Sanremo»
Rita Pavone al Festival della canzone italiana, sempre avaro di soddisfazioni per lei, dopo 48 anni di assenza. Sul palco porterà “Niente (Resilenza 74)”, brano scritto dal figlio
SVIZZERA
1 gior
Disney+ arriva in anticipo
L'uscita del servizio di streaming è prevista per il 24 marzo
STATI UNITI
1 gior
Prince, i familiari mollano le cause legali sulla morte
I parenti avevano citato in giudizio medici, clinica e farmacia per omicidio colposo
ITALIA
1 gior
Ramazzotti-Virzì, la foto conferma il ritorno dell’amore
Crisi terminata per la coppia, di nuovo insieme su Instagram
CANADA
2 gior
Harry è in Canada, la sua nuova vita comincia ora
Il principe si è ricongiunto con moglie e figlio
ITALIA
2 gior
È Magalli-gate: Adriana Volpe attacca, Dalla Chiesa lo difende
La showgirl aveva parlato male del conduttore durante il Grande Fratello Vip
LOCARNO
2 gior
Antonio Ornano in scena a Locarno: «Un comico più libertà di espressione ha, meglio è»
Il volto noto di Zelig sarà al Teatro di Locarno questo sabato 24 gennaio con il suo spettacolo inedito “Non c’è mai pace tra gli ulivi”
VIDEO
REGNO UNITO
2 gior
Una moneta per i Queen
La Royal Mint britannica lancia la Music Legends Collection
REGNO UNITO
2 gior
Harry e Meghan dovranno pagare un affitto da 360mila sterline?
La residenza britannica di Frogmore Cottage resterà a loro disposizione, ma non gratis
PORTOGALLO
2 gior
Madonna cancella un altro concerto
La cantante ha comunicato la decisione solo 45 minuti prima dell'inizio
CANTONE
31.01.2018 - 18:300

Ticino Musica alla 22esima edizione

È stato presentato oggi il ricco cartellone della rassegna, che si terrà dal 18 al 31 luglio in vari luoghi del cantone, con oltre 70 appuntamenti, per la maggior parte gratuiti

LUGANO - Ticino Musica è un incontro di musicisti, grandi maestri e giovani promesse, provenienti da ogni parte del mondo in cui offerta artistica e offerta formativa si fondono sapientemente per dare ai partecipanti e al pubblico la possibilità di vivere un’esperienza musicale a 360°.

I protagonisti dell’edizione 2018: Concerti e Academy

Il Festival Ticino Musica presenta un ricchissimo e variegato cartellone di eventi composto da recital solistici e cameristici di grandi maestri e giovani promesse, openclass, concerti di musica contemporanea, rappresentazioni di opera lirica, presentazioni, seminari e mostre, per un totale di oltre 70 appuntamenti - per la maggior parte gratuiti - che si svolgeranno dal 18 al 31 luglio in numerosissimi luoghi del Cantone Ticino.

Gli artisti invitati – interpreti e solisti di fama internazionale – oltre ad essere con i loro concerti i protagonisti assoluti del calendario degli eventi, lavorano intensamente nel corso delle due settimane del Festival con i “giovani maestri” avviati alla professione di musicista.

I 20 corsi di alto perfezionamento che compongono il programma dell’Academy rappresentano un continuo e fecondo scambio di esperienze - tassello irripetibile nel percorso di formazione dei giovani.

I maestri invitati per il 2018 sono Klesie Kelly (canto), Homero Francesch (pianoforte), Stefano Molardi (organo), Ulrich Koella (pianoforte per accompagnatori e musica da camera con pianoforte), Marco Rizzi (violino), Wilfried Strehle (viola e musica da camera per archi), Johannes Goritzki (violoncello), Andrea Oliva (flauto), Ingo Goritzki (oboe), Calogero Palermo (clarinetto), Gabor Meszaros (fagotto), Preston Duncan (sassofono), Christian Lampert (corno), Frits Damrow (tromba), Vincent Lepape (trombone), Fabrice Pierre (arpa), Pablo Márquez (chitarra).

Per questi artisti il confronto con musicisti in formazione è allo stesso tempo una preziosa occasione di scambio e stimolo, con l’obiettivo comune di crescere instancabilmente insieme con, per e nella musica. Il culmine di questo reciproco scambio è il concerto, il “mettersi in gioco” gli uni di fronte agli altri, mettendo a frutto il lavoro svolto insieme: sulla base di questo concetto, Ticino Musica presenta tra le più importanti novità della sua offerta artistica per il 2018 i concerti “Grandi maestri e giovani promesse”, che vedranno protagonisti insieme sullo stesso palcoscenico i maestri e i loro migliori studenti.

Questa sorta di “passaggio del testimone” tra grandi e giovani maestri è del resto da sempre un elemento caratterizzante del Festival Ticino Musica, che vanta infatti un nutrito elenco di musicisti i quali, in seguito alla loro partecipazione ai corsi di alto perfezionamento, hanno proseguito brillantemente il loro percorso e sono oggi affermati artisti nel pieno della loro carriera. Ne sono un esempio Robert Kowalski (attuale spalla dell’OSI), Gloria Campaner (pianista di fama internazionale), Vito Zuraj (compositore, recentemente eseguito alla Philarmonie di Berlino), Julian Bliss (clarinettista acclamato in tutto il mondo), Laura Bortolotto (giovane violinista presente in numerose stagioni sia come solista che come camerista), Alessia Pintossi e Adrien Barbieri (cantanti lirici attivi in importantissime produzioni operistiche europee) – solo per citarne alcuni.

Accanto al calendario dei concerti e all’Academy, gli altri “pilastri” dell’offerta artistica di Ticino Musica sono rappresentati dal Laboratorio di Musica Contemporanea e dall’Opera Studio internazionale “Silvio Varviso”.

Il laboratorio di musica contemporanea

Il Laboratorio di Musica Contemporanea prevede una stretta collaborazione tra compositori, interpreti ed ensemble: i giovani autori si immergono in un “flow creativo” in cui hanno la possibilità di elaborare le loro “creazioni” attraverso il confronto e la guida dei maestri, nonché l’opportunità di darvi piena luce tramite l’esecuzione ad opera dell’Ensemble Contemporaneo. Coordinato dallo svizzero Oscar Bianchi, il laboratorio ospita quest’anno il compositore austriaco Bernhard Gander, oltre al quale saranno presenti i Neue Vocalsolisten Stuttgart, uno dei più celebri gruppi vocali a livello mondiale, che si esibiranno in un attesissimo concerto nella Cattedrale di San Lorenzo a Lugano e terranno, sia in formazione completa che a livello individuale, un corso di alto perfezionamento dedicato alla vocalità contemporanea. Cinque compositori svizzeri saranno inoltre protagonisti ciascuno di una conferenza in cui presenteranno la loro opera.

L’Opera Studio internazionale “Silvio Varviso”

L’Opera Studio internazionale “Silvio Varviso” – che metterà in scena “L’italiana in Algeri“ di Gioacchino Rossini - rappresenta a tutt’oggi l’unica produzione operistica che nasce e si sviluppa interamente nella Svizzera italiana. Tramite un bando internazionale, cui rispondono mediamente 300 cantanti da tutto il mondo, vengono realizzate audizioni per selezionare un doppio cast che verrà guidato da un team d’eccezione (Umberto Finazzi, direzione musicale – Marco Gandini, regia – Claudio Cinelli, scenografia e costumi) al fine di realizzare, al termine di un mese di intenso lavoro con “base” a Mendrisio, le cinque recite previste dal cartellone del festival. L’orchestra è composta da musicisti diplomati del Conservatorio della Svizzera italiana, a loro volta selezionati tramite audizione. 

I concorsi internazionali e gli ensemble in residence

Con il Festival Ticino Musica la Svizzera italiana si conferma uno scenario privilegiato per musicisti emergenti da contesti di altissimo livello.

Da anni Ticino Musica collabora con due dei più importanti concorsi internazionali di interpretazione musicale: l’ARD di Monaco di Baviera e la Primavera di Praga, offrendo di anno in anno ai musicisti premiati la possibilità di esibirsi in concerto all’interno del cartellone del Festival. La XXII edizione di Ticino Musica ospiterà rispettivamente Davide Giovanni Tomasi (chitarra) e Olga Sroubkova (violino).

Ogni anno Ticino Musica invita inoltre uno o più ensemble in residence, formazioni cameristiche in avvio di carriera (già vincitrici di concorsi) che a Ticino Musica hanno l’opportunità di proseguire la loro formazione e allo stesso tempo esibirsi in molteplici occasioni, talvolta anche in collaborazione con i grandi maestri ospiti del festival, come avvenuto nel 2017 grazie alla disponibilità di Calogero Palermo e Ulrich Koella. Per il 2018 sono stati invitati il quintetto di ottoni spagnolo Thinking Brass e il quartetto d’archi ungherese Kruppa, che il pubblico potrà ascoltare ed apprezzare in numerose occasioni.

Aspettando il Festival

In attesa di entrare nel “vivo” del festival, nei mesi che precedono mercoledì 18 luglio 2018 - data di inaugurazione con la prima de “L’italiana in Algeri” nell’Aula Magna del Conservatorio - Ticino Musica offre una serie di appuntamenti gratuiti aperti al pubblico. Il 25 e il 26 marzo, sempre presso l’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana, si terranno le selezioni finali dei cantanti che parteciperanno all’Opera studio. Il 29 aprile i vincitori si esibiranno in un concerto di gala presso la Hall del LAC. Questo concerto sarà dedicato al fondatore del Festival Janos Meszaros, di cui quel giorno ricorre l’85° anniversario della nascita.

Il 29 maggio sarà la volta del tradizionale “Concerto degli amici”, promosso dal Circolo Amici di Ticino Musica con il “Trio Insolito” (soprano, fagotto e organo) nella Chiesa di Santa Maria Assunta a Giubiasco. Il 18 giugno presso l’Oratorio Santa Maria di Mendrisio si apriranno le danze dell’Opera Studio: avranno inizio i lavori di cantanti, strumentisti, direttori, con la possibilità per il pubblico di assistere ad ogni prova, nonché, il 15 luglio, all’antegenerale, primo assaggio “completo” del capolavoro rossiniano.

Passato e presente

Il Festival Ticino Musica nasce nel 1978 da un sogno illuminato e quasi “visionario” del suo fondatore, Janos Meszaros.

Concepito ad Assisi nel 1978 e maturato successivamente a Riva del Garda, Ticino Musica trova la sua sede definitiva nella Svizzera italiana nel 1997 e da allora rappresenta un caposaldo della cultura ticinese con respiro internazionale.

Il team della rassegna, con il suo direttore artistico Gabor Meszaros, porta avanti questo sogno con grande passione e dedizione, lavorando tutto l’anno per pianificare e organizzare con cura e attenzione questo festival, che rappresenta la stagione concertistica estiva di riferimento per l’intero cantone.

Info: ticinomusica.com

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-23 11:28:10 | 91.208.130.89