ULTIME NOTIZIE People
STATI UNITI
1 ora
Selena Gomez: «Meglio la vita reale dei social»
La cantante ha consigliato a tutti di usare meno i social e di vivere di più la vita reale, momento per momento, come fa lei ormai da tempo
CHIASSO
1 ora
Il Momòhill Film Fair è pronto al debutto
Parte domani il nuovo festival cinematografico ticinese, che ha richiamato a Chiasso 35 produzioni provenienti da tutto il mondo
ITALIA
3 ore
Francesco Sole racconta le sue pene d'amore: «Giulia non credeva volessi lei»
«Mi ha colpito la risposta che diede al tronista che non la scelse, dissi: 'Ok io la devo conoscere, lei è troppo carismatica'»
ARBEDO/CASTIONE
4 ore
«Farò il deficiente per una buona causa»
L'attore Flavio Sala in scena con "Gabaré". Appuntamento per venerdì 15 novembre alle 20.45. Il ricavato della serata sarà devoluto all'associazione Baobab
STATI UNITI
5 ore
Nicki Minaj minaccia Instagram
Ha scritto su Twitter: «Non posterò più su IG dopo questa settimana, perché rimuoveranno i like. Cosa dovrei fare adesso? Pensate quanto tempo avrò a disposizione con la mia nuova vita»
ITALIA
6 ore
Michelle Hunziker ha già fatto l'albero di Natale 
La conduttrice ha spiegato che nella sua famiglia quella di decorare la casa a tema natalizio già a metà novembre è ormai una tradizione consolidata
ITALIA
7 ore
Gabriel Garko collassato per una canna: «Ho smesso dopo aver sbagliato aereo»
L'attore è stato male a Londra e dopo un ulteriore episodio ha deciso di dire basta
ITALIA
8 ore
Raffaella Fico: «Non mi rassegno al razzismo»
La showgirl non ci sta a lasciar crescere la figlia in un mondo di «ignoranti»
CANTONE
22.01.2018 - 06:010

Un nuovo album nel futuro (prossimo) di Stendeck

Intervista a 360° con il musicista, attualmente al lavoro sui brani che andranno a comporre il suo prossimo lavoro, che arriva tre anni dopo "Folgor"

LUGANO - Attivo quasi da 20 anni sulla scena musicale svizzera e internazionale, Stendeck (ovvero il 40enne Alessandro Zampieri) è a buon diritto un "veterano". Abbiamo parlato con lui di vari argomenti: da come vede la situazione intorno a sé (musicalmente parlando, s'intende) a vari dettagli sul suo lavoro.

Ti sei recentemente esibito al Living Room di Lugano in apertura del debutto del “Collectif Obscur”: vuoi raccontarci quella serata?

«Per la serata ho deciso di ripercorrere la mia discografia, suonando brani rappresentativi della mia carriera musicale di oltre una decade. Non ho mancato di presentare comunque qualcosa di nuovo, viaggiando tra passato, presente e futuro…».

Sei da anni uno dei maggiori esponenti dell’Intelligence Dance Music: come ne giudici lo “stato di salute”?

«Senza soffermarsi troppo sulla singola etichettatura “IDM”, direi che per quanto riguarda il 2017 sono usciti diversi dischi di musica elettronica veramente notevoli. Dedicando un po’ di attenzione alla musica in generale si possono scoprire tantissimi progetti interessanti».

Quando componi, su quale aspetto ti concentri maggiormente?

«Solitamente cerco di rappresentare il mio umore, o comunque le sensazioni che provo in quel momento. In questo processo mi soffermo molto nella manipolazione del suono, alla ricerca delle giuste frequenze. In seguito dedico molta attenzione alla produzione e ai piccoli dettagli».

Nel corso degli anni il tuo approccio verso la musica è cambiato?

«Di base no, è sempre stato un processo molto spontaneo, che cresce con me, dalle mie esperienze e da quello che mi circonda. Naturalmente cambia ciò che mi influenza, e le fasi della vita che attraverso, di conseguenza questo si ripercuote nella musica e nelle mie scelte…».

Sei attivo sulla scena musicale svizzera e internazionale da parecchio tempo: cosa ti piace, e cosa no?

Nel corso degli anni la facilità di produrre ha dato la possibilità a molti gruppi di emergere, dando voce un po’ a tutti. Allo stesso tempo la facilità di ascolto tramite internet ha reso gli utenti molto più superficiali, l’interesse nella musica è decaduto. Inoltre mediante i cosiddetti “talent show” è stato dato potere decisionale alla massa, ed il livello delle grosse produzioni è decisamente peggiorato… (cerco di essere gentile…)».

“Folgor”, il tuo ultimo album, data ormai al giugno 2015: c’è un nuovo disco all’orizzonte?

«Sì, lavoro da diverso tempo al nuovo disco, e a breve dovrei riuscire a finire. Sicuramente ci saranno ulteriori notizie a breve».

Quando ti potremo vedere nuovamente dal vivo?

«Al momento non ho concerti in programma, ma una volta finito il nuovo album tornerò ad esibirmi dal vivo!».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-12 20:48:01 | 91.208.130.85