Immobili
Veicoli

STATI UNITIWoody Allen si difende e attacca Mia Farrow

18.01.18 - 14:59
Il regista ribadisce di non aver mai molestato Dylan e accusa la ex moglie di essere la causa delle errate convinzioni della figlia
Keystone / EPA
Woody Allen si difende e attacca Mia Farrow
Il regista ribadisce di non aver mai molestato Dylan e accusa la ex moglie di essere la causa delle errate convinzioni della figlia

NEW YORK - Da alcune settimane è al centro di una tempesta mediatica sulle presunte molestie ai danni della figlia adottiva Dylan Farrow, ma ora Woody Allen ha deciso di replicare. Lo ha fatto con un comunicato pubblicato sui social.

«La prima volta che è stata fatta questa accusa oltre 25 anni fa, sono stato sottoposto a due inchieste», da parte della clinica specializzata in abusi sessuali su minori dello Yale-New Haven Hospital e dei servizi sociali dello stato di New York. «Entrambi investigarono per mesi e conclusero in maniera indipendente che non c'era stata nessuna molestia. Invece scoprirono che fosse plausibile che una bambina vulnerabile fosse stata istruita nel raccontare questa storia da una madre arrabbiata nell'ambito del contenzioso legato al divorzio».

Allen aggiunge che «Moses, il fratello maggiore di Dylan, testimoniò che la loro madre fece esattamente ciò - istruì Dylan in maniera martellante, cercando di inculcare in lei la convinzione che suo padre fosse un pericoloso predatore sessuale. Sembra che abbia funzionato - e, tristemente, sono sicuro che Dylan sia convinta di quello che dice».

Il regista conclude che «sebbene la famiglia Farrow stia usando cinicamente la possibilità offerta dal movimento Time's Up di ripetere questa accusa screditata», ciò «non la rende più vera oggi rispetto al passato. Non ho mai molestato mia figlia - tutte le inchieste si sono concluse un quarto di secolo fa».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE PEOPLE