Keystone
STATI UNITI
29.10.2017 - 18:300

Weinstein voleva comprarsi il silenzio della McGowan con un milione

Lo ha raccontato al New York Times la stessa attrice di "Streghe" e "Planet Terror": «Ci ho pensato, poi gliene ho chiesti 6 ma alla fine ho lasciato perdere»

NEW YORK - Alla vigilia della bufera che stava per travolgere Harvey Weinstein, questi ha offerto un milione di dollari a Rose McGowan, l'attrice che insieme a una collega è stata la prima ad accusare il potente produttore di Hollywood di abusi sessuali.

Lo racconta al New York Times la stessa donna, divenuta nelle ultime settimane il simbolo della protesta contro le molestie di milioni di donne in tutto il mondo. Protesta che dall'ambiente dorato del cinema si è allargata a macchia d'olio in molti altri settori.

McGowan spiega di essere stata per un momento tentata dall'offerta avanzatagli da un legale di Weinstein, anche su consiglio di molti amici e viste le condizioni economiche precarie in cui versa attualmente. Spiega anche di aver rilanciato chiedendo 6 milioni di dollari, nella speranza di ottenerne almeno tre. Ma alla fine - racconta - ha rifiutato qualunque somma. «Quei soldi mi facevano schifo, mi disgustavano, non li ho voluti».

McGowan sostiene di essere stata stuprata da Weinstein 20 anni fa. Allora raggiunse un accordo ricevendo 100 mila dollari per tacere. Ultimamente - ha raccontato - ha scoperto che quell'intesa non conteneva alcuna clausola di riservatezza. Per questo si è decisa a parlare.

Potrebbe interessarti anche
Tags
weinstein
mcgowan
new york
milione
dollari
york
new
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-23 11:11:04 | 91.208.130.87