STATI UNITI
27.07.2016 - 10:260
Aggiornamento : 17:36

«Perché sono rimasta a Grey's Anatomy? Ormai ero troppo vecchia per sfondare a Hollywood»

Parola di Ellen Pompeo che a 33 anni ha fatto la sua scelta e non tornerebbe indietro per nulla al mondo

LOS ANGELES - L'età conta? C'è chi dice di no e anche Ellen Pompeo (la Meredith di "Grey's Anatomy"), sfavillante 46enne che sui social e non solo sostiene la lotta allo «stigma dell'invecchiamento» nella società di oggi, è d'accordo. Convincere l'establishment, soprattutto nel mondo dello spettacolo, però è tutta un'altra storia.

«La mia scelta gettarmi a capofitto nel progetto di "Grey" è legata esclusivamente alla mia età», ha rivelato l'attrice in un'intervista esclusiva per People. «Fortunatamente all'inizio di questo lungo viaggio anche se avevo 33 anni avevo già abbastanza sale in zucca da capire che, per quanto riguarda Hollywood, ormai ero già troppo vecchia per sfondare veramente».

Già perché, sempre stando alla Pompeo: «Ho iniziato super-tardi ad azzeccare i miei primi ruoli importanti, se fossi stata un po' più giovane a Hollywood avrei anche potuto iniziare a pensarci. Arrivati e superati i trenta riuscire a conquistare qualcosa di interessante è una vera sfida, figurarsi nei quaranta! Alla fine devo dire di essere molto felice di aver fatto questa scelta, ogni anno è sempre meglio!»

Ma non sono tutte rose e fiori: «La parte più difficile del mio lavoro? Vedermi invecchiare sullo schermo, stagione dopo stagione. Però fa parte della vita, magari non è una cosa molto salutare (scherza) ma è senz'altro naturale. Più passa il tempo, inoltre, e più ti rendi conto che non è il tuo aspetto a definirti, è ben altro».

 

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-24 02:49:39 | 91.208.130.86