Foto Rosaline Shahnavaz
ULTIME NOTIZIE People
STATI UNITI
37 min
Halle Berry difende il video di suo figlio con i tacchi su Insta: «Gente, e fatevela una risata»
Il post social dell'attrice ha attirato l'ira degli hater omofobi, la sua risposta è stata decisamente posata
REGNO UNITO
9 ore
Contagiata anche JK Rowling?
Lo ha dichiarato la stessa autrice di Harry Potter via social: «Ho avuto tutti i sintomi ma sono guarita»
FOTO
REGNO UNITO
9 ore
Addio a Honor Blackman, fu la Bond-girl di “Missione Goldfinger”
L'attrice aveva 94 anni e nella sua lunga carriera lavorò con diverse leggende del cinema
STATI UNITI
11 ore
Se Tekashi farà il troll sul web, rischia di ritornare dietro le sbarre
Perché deve rispettare anche una buona condotta virtuale e ci sono degli agenti che lo tengono d'occhio
STATI UNITI
14 ore
L'incubo di Pink, il figlio di 3 anni col Covid: «Ho pianto e non ho mai pregato così tanto»
La cantante, anche lei malata, ha parlato del virus con un'accorata story Instagram: «Nessuno è al sicuro, nessuno»
STATI UNITI
17 ore
Benedict Cumberbatch: «Faccio tutto con moderazione»
Intervista di 20 minutes all'attore protagonista di "Doctor Strange", "Patrick Melrose" e "Sherlock Holmes"
CANADA
22 ore
Morta l'attrice Shirley Douglas
Aveva 86 anni. Ha lavorato con grandi registi come Stanley Kubrick e David Cronenberg
FOTO
CANTONE
1 gior
Riccardo Comi, immagini per una "anima divisa"
"Divided Soul" è il titolo del nuovo progetto del fotografo ticinese, diventato un libro grazie a Fontana Edizioni
VIDEO
STATI UNITI
1 gior
Jimmy Kimmel e Jennifer Aniston lasciano un'infermiera a bocca aperta
La donna è in auto-isolamento lontana dalle sue figlie piccole
SVIZZERA
22.09.2015 - 06:240

"Per comporre ho approfittato dei momenti di solitudine ad Ascona"

La locarnese Nadine Carina ha dato alle stampe il suo nuovo album, “Never Been To Heaven”

ASCONA - Il 18 settembre Nadine Carina ha dato alle stampe il suo nuovo album, “Never Been To Heaven” (Oh, Sister Records/Irascible).

Anticipato lo scorso mese di agosto dal primo singolo “Crystal Eyes”, il nuovo disco messo a punto dalla giovane songwriter locarnese – che da qualche tempo, dopo un’esperienza a Liverpool, vive tra Londra e il territorio elvetico – raccoglie dieci tracce dream pop oriented, essenziali, che, ancora una volta, documentano un’evoluzione compositiva. Visionaria nei versi, nelle strofe, come nelle melodie, negli arrangiamenti.

Nadine, raccontami il processo di lavorazione del disco…

“Never Been To Heaven” è stato scritto in un mese, mentre ero in vacanza in Ticino, nel febbraio 2014. Ho approfittato dei momenti di solitudine nella mia camera ad Ascona per comporre, specialmente di notte, o al mattino presto. Mi sono detta: «Voglio scrivere abbastanza materiale per completare un album!». E all’inizio, quando ho incominciato, sembrava alquanto difficile, ma poi, più mi ci mettevo più le canzoni sembravano concretizzarsi, come per magia. Successivamente ho registrato i brani da sola, ma erano più delle demo e non ne ero completamente soddisfatta… Quindi, in questi termini, ho affidato la produzione a Mathieu Bedwani, che ha dato all’album la direzione giusta, rendendo il suono più elaborato e potente.

Perché questo titolo, “Never Been To Heaven”?

Sono uscita una sera con degli amici a Liverpool, e a un certo punto ci siamo ritrovati davanti all’Heaven, un bar in cui non ero mai entrata. Poi ho urlato, senza farlo apposta: "I've never been to Heaven!". Imediatamente, mi è sembrato che calzasse a pennello con la tematica dell'album. 

Potresti analizzare i testi in generale?

Si tratta di un album piuttosto “dark”, che parla di argomenti che mi stanno particolarmente a cuore, come l’introspezione, l’amore in generale e anche i lati oscuri della vita, che possono essere l’autodistruzione e la solitudine.

E dei versi di “Crystal Eyes” cosa puoi dirmi?

Il pezzo può essere interpretato come una classica storia d’amore passionale o come la storia di un tossicodipendente che si guarda allo specchio e si innamora del suo alter ego, che lo fa sentire meglio.

Quali le maggiori influenze confluite nel disco?

È un mix di sonorità anni Ottanta e ambient, accompagnato da beat hip hop moderni.

Se non sbaglio, si tratta della tua prima pubblicazione tramite la label Oh, Sister Records/Irascible… La tua produzione precedente, l’ep “Things That People Love To Remember” (2013), era stata data alle stampe dall’etichetta ticinese On The Camper… Cosa è accaduto? 

Una volta che l'album era finito l'ho proposto a diverse label e Oh Sister si è mostrata subito interessata: quando ho incontrato i ragazzi dell’etichetta ho percepito immediatamente una bella motivazione, per la musica prima di tutto.

Quando uno showcase nella Svizzera italiana?

Nel momento in cui si presenteranno le possibilità.

Info: ohsisterrecords.com

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-07 06:37:03 | 91.208.130.86