ITALIA
23.04.2015 - 15:090

Arrestano il suo spacciatore, Morgan insulta i poliziotti

"Avete rotto i c...", ha inveito l'artista contro gli agenti

MONZA - La polizia arresta il suo pusher e lui non resta a vedere: "Avete rotto i c…, state sempre sotto casa mia, andate ad arrestare i trafficanti, che qui trovate poca roba". È quanto ha avuto il coraggio di ribattere a due agenti di Monza il cantautore Marco Castoldi. La ramanzina si è conclusa con un classico "andate a fanc…". Il turpiloquio, chiaramente, non è rimasto impunito e per Morgan è scattata la denuncia conclusasi oggi con una condanna a 3 mesi (pena sospesa), per oltraggio a pubblico ufficiale.

I fatti risalgono quattro anni fa, sotto la casa monzese dell’ex frontman dei Bluvertigo. I due agenti in borghese erano intervenuti per bloccare un cittadino uruguaiano 35enne, che era andato a trovare Morgan con in tasca tre grammi di cocaina, e arrestarlo con l’accusa di spaccio di stupefacenti (dalla quale è stato pure assolto).

Dall’altra parte del cancello, c’era proprio Morgan, sceso per andare incontro all’uomo. Era il terzo arresto nel giro di poche settimane sotto casa sua. Sempre per persone con modesti quantitativi di cocaina addosso.

"All’inizio, quando siamo intervenuti, si era ritratto, poi, quando ha compreso che eravamo poliziotti, si è messo davanti alla nostra auto di servizio, e ha cominciato ad inveire contro di noi", ha detto uno degli agenti in aula.

Il tribunale, ha stabilito un risarcimento di 2000 euro ciascuno ai due agenti, assistiti dall’avvocato Monica Gnesi. Ora il cantautore ha 15 giorni di tempo per appellare la sentenza.

Potrebbe interessarti anche
Tags
agenti
morgan
casa
poliziotti
sotto casa
due agenti
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-20 01:30:51 | 91.208.130.86