Immobili
Veicoli

CANTONEQuel dolore che ti fa crescere: i Make Plain tornano con “Brothers”

30.06.22 - 06:30
Il nuovo brano del duo momò racconta un momento difficile che diventa crescita: «C'è sempre luce in fondo al buio»
Make Plain
Quel dolore che ti fa crescere: i Make Plain tornano con “Brothers”
Il nuovo brano del duo momò racconta un momento difficile che diventa crescita: «C'è sempre luce in fondo al buio»

MENDRISIO - Un lutto e un viaggio, doloroso, di due fratelli per andare a rendere omaggio a una famiglia, e a un altro fratello, che ha perso la sua metà.

Non nasconde una certo spessore “Brothers” il nuovo brano dei mendrisiottesi Make Plain che tornano con questo singolo dopo un lungo silenzio. «Il testo è senza dubbio importante e, come altri nostri, parte da un'esperienza personale», ci racconta il cantante e chitarrista della band, Andrea Zinzi, «quello che vuole trasmette è che in fondo al buio c'è comunque sempre uno spiraglio di luce».

Le atmosfere del brano, infatti, sono tutto fuorché tristi: «Volevamo che rimanesse questa cosa della positività e che passasse soprattutto il senso della crescita che un'esperienza tragica come questa può portare».

Crescita inevitabile con il duo nei pressi dei 30 anni di età, e che festeggia il decennale di attività: «È un po' anche il fulcro che sarà del disco nuovo dove il tema portante sarà proprio la trasformazione, e di come le persone, i luoghi e i viaggi ti cambiano. C'è dentro di tutto: la Svizzera - con Losanna - il Ticino, la Colombia (i Plain erano stati in tournée in Sudamerica, ndr.) e anche le nostre esperienze in Germania».

Ci sono cose cambiano e altre... che restano uguali: «Sì, io e Luke (Luca Imperiali) ci ostiniamo a suonare tutti gli strumenti da soli», ride Zinzi, «però anche come performance dal vivo abbiamo molte novità, perfette per i concerti e i palchi grandi, siamo molto più dinamici e sfruttiamo diverse postazioni. È una costante evoluzione, vedrete!».

“Brothers” e altre canzoni inedite, verranno presentate al Càvea di Arzo il primo luglio: «È un festival a cui teniamo particolarmente e sarà la nostra unica data estiva in Ticino, quindi, cavalli, non potete mancare!», conclude.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE PEOPLE