Immobili
Veicoli
"La donna nella casa di fronte alla ragazza dalla finestra", la parodia di una satira?

STATI UNITI"La donna nella casa di fronte alla ragazza dalla finestra", la parodia di una satira?

14.02.22 - 06:00
Viene da pensare che i creatori della miniserie Netflix abbiano voluto ingannare di proposito lo spettatore
NETFLIX
"La donna nella casa di fronte alla ragazza dalla finestra", la parodia di una satira?
Viene da pensare che i creatori della miniserie Netflix abbiano voluto ingannare di proposito lo spettatore

LOS ANGELES - C'è un problema con la miniserie Netflix "La donna nella casa di fronte alla ragazza dalla finestra". Ed è la stessa piattaforma di streaming ad averlo creato, promuovendo gli otto episodi come una rilettura satirica del classico thriller psicologico. 

Facciamo un passo indietro: Anna, la protagonista, non riesce a riprendersi dalla morte della figlia nonostante siano passati tre anni. Passa le sue giornate ingurgitando quantità industriali di vino rosso e mescolandolo con i farmaci prescritti dal suo terapista. A movimentare le sue giornate sarà l'arrivo di un affascinante vicino di casa: lui e la figlia entreranno nella sua vita problematica e daranno vita a una serie di eventi, che culmineranno in un omicidio al quale Anna assiste dalla finestra.

Il punto di partenza è l'aver realizzato - fin dal titolo - una lunga parodia di "La donna alla finestra" di Joe Wright (una proposta sempre di Netflix, tra l'altro, ve ne avevamo parlato qui). Il concetto di base è lo stesso: la traumatizzata protagonista (lì Amy Adams, qui Kristen Bell) è costretta in casa da un blocco psicologico ma non rinuncia a spiare il mondo circostante, guardando dalla finestra. Finché un omicidio non scatena tutta la vicenda.

In "La donna nella casa di fronte alla ragazza dalla finestra" è proprio il lato umoristico a essere più debole. Quando si riesce a coglierli, gli aspetti parodistici appaiono spesso più grotteschi che macabri (niente esempi per non fare spoiler). Tutto è talmente spinto all'eccesso - dalla recitazione di Kristen Bell ai numerosi riferimenti alla tradizione horror del cinema americano seminati qua e là - che la dimensione satirica finisce per confondersi con altri livelli dell'esperienza visiva.

A meno che... Viene il sospetto che si tratti della satira del genere parodistico e che i creatori dello show abbiamo voluto giocare con gli spettatori - portandoli a non sapere mai se quello che vedono sia reale o immaginato dalla protagonista. E si arriva a pensare che Netflix abbia voluto confondere le acque di proposito. "La donna nella casa di fronte alla ragazza dalla finestra" è una serie che, con le giuste aspettative, può essere guardata anche da chi non è un fan dei thriller alla Hitchcock.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE PEOPLE