Netflix
STATI UNITI
05.05.2021 - 09:300

"I Mitchell e le macchine", il nuovo film d'animazione di Netflix

Con un ritmo sostenuto, il cartone tratta di temi complessi come la famiglia (con l'aggiunta di robot)

LOS ANGELES - È decisamente scoppiettante il nuovo film d'animazione "I Mitchell contro le macchine", disponibile su Netflix dal 30 aprile (e già nella top ten). 

Trama - La nuova uscita narra le avventure dei Mitchell, una famiglia statunitense del tutto normale, che cerca di affrontare la vita come meglio può. L'adolescente Katie non vede l'ora di andare al college per studiare cinema, e cerca di affrontare l'ultimo giorno prima della partenza. Ma il papà, per rimediare all'ennesima incomprensione con la figlia, decide di stravolgerle i piani, e di accompagnarla al college in auto, attraversando il paese in compagnia di tutta la famiglia: mamma, fratellino e il cagnolino di nome Monchi (da non sottovalutare). Ma da un momento all'altro i dispositivi elettronici decidono di ribellarsi: fortunatamente la famiglia Mitchell riesce a sfuggire alla cattura da parte dei robot, e parte così l'avventura.

Temi - Il film d'animazione risulta piacevole e anche divertente, ma con un ritmo piuttosto sostenuto. Il racconto risulta un po' sovraffollato, tra gag e colpi di scena continui. Ma ciò che lo rende speciale è l'estrema attualità del racconto: robot a parte, non mancano i riferimenti ai genitori poco tecnologici, ai filtri per le fotografie, alle videochiamate, ai video virali, ecc... Un aspetto che non siamo sempre abituati ad incontrare soprattutto nei film d'animazione. 

"I Mitchell contro le macchine" riesce anche a trattare in modo accurato e sensibile il tema della famiglia, anche in relazione alla tecnologia (mai demonizzata). Ma ciò che emerge maggiormente è la differenza generazionale tra i genitori e i figli, sotto vari punti di vista. Mamma e papà faticano a comprendere le passioni dei figli, e i figli non capiscono sempre le emozioni dei genitori, e i sacrifici che hanno fatto nella loro vita. 

Riferimenti qua e là - I creatori hanno inserito all'interno del film d'animazione diversi riferimenti al cinema e altri richiami comprensibili solamente agli adulti (come l'attacco dei Furby giganti). Grazie alla passione di Katie per i film, vengono citati parecchi capolavori della storia del cinema, anche solo attraverso i poster nella cameretta della protagonista, o alla pila di dvd sulla scrivania.  
All'interno della storia sono stati nascosti anche i nomi dei registi e sceneggiatori Jeff Rowe e Michael Miranda: le targhe personalizzate con i loro nomi sono visibili quando si fermano al parco dei dinosauri. Entrambi hanno attinto molto dalla loro vita privata per realizzare questo film d'animazione. 

Insomma, un film d'animazione piacevole da gustare in famiglia, ideale se in casa ci sono figli adolescenti. Ma anche i più piccoli e i meno giovani apprezzeranno l'idea. 

Netflix
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-14 02:18:49 | 91.208.130.85