KEYSTONE
RUSSIA
13.05.2020 - 22:000

Un "Coltello" dalle Pussy Riot alle vittime di abusi domestici

Il collettivo punk ha pubblicato il suo nuovo singolo

MOSCA - È dedicato alle donne vittime di abusi domestici il nuovo singolo della punk band russa Pussy Riot. S'intitola “Knife”, coltello, e racconta la vicenda di una donna che vuole difendersi dalle minacce del suo aguzzino. Il videoclip è invece ispirato al mondo dei videogiochi.

Nadezhda Tolokonnikova, frontman delle Pussy Riot, ha descritto che il brano riflette quello che succede in una “relazione avvelenata”, alla quale non riesci a sfuggire e che ti fa pure sentire in colpa. Un dramma che la cantante ha vissuto in prima persona, ammette, senza arrivare fortunatamente a un punto tragico.

“Knife”, rispetto ad altri brani del collettivo punk, non è una chiamata all'azione ma una riflessione malinconica. «Se avessimo cantato l'omicidio e scelto il metal, avremmo agito nello stesso modo di migliaia di gruppi musicali prima di noi» spiega Tolokonnikova. Questo singolo, prodotto da Vitya Isaev, è il preludio a un album che potrebbe essere pubblicato nei prossimi mesi. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 23:58:56 | 91.208.130.89