ITALIA
03.07.2014 - 09:090
Aggiornamento : 24.11.2014 - 10:03

Paola Cortellesi: "Disparità di trattamento per le donne"

L’attrice punta il dito sulla mancanza di pari opportunità nel paese, un tema affrontato anche nel suo nuovo film

MILANO - Paola Cortellesi torna al cinema il 27 novembre con «Scusate se esisto», commedia in cui è diretta dal compagno Riccardo Milani e dove recita accanto all’amico Raoul Bova, già sua co-star in «Nessuno mi può giudicare». Nella pellicola veste i panni di un architetto che, per trovare una posizione professionale adeguata al suo talento, deve fingersi uomo. La trama fornisce all’attrice uno spunto di riflessione sulla realtà italiana, e forse non solo italiana, dove tra donne e uomini spesso si usano metri di giudizio piuttosto diversi. «Qui non c'entra l'estetica, ma la disparità di trattamento di una donna rispetto a un uomo che fa il suo stesso lavoro – ha affermato Paola in un’intervista su Leggo -. Il talento, purtroppo, non le basta. E non per compromessi o favoritismi, ma proprio per il tipo di opportunità che le vengono riservate».

«A me – aggiunge - ci sono voluti più forza e impegno nell'essere presa sul serio». Per l’attrice non è stato un problema lavorare fianco a fianco con il compagno: «Lo fanno tutti, anche se io cerco di tenere i due ambiti distinti e separati. Dopo tutto il set fa parte della mia vita e la bellezza di questo lavoro è poter incontrarvi persone che conosco e a cui voglio bene. La sfera familiare – conclude - è tutta un'altra storia e va protetta perché chi la esibisce finisce per esporla».

© Cover Media

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-07 19:53:27 | 91.208.130.86