ITALIA
17.05.2013 - 16:590
Aggiornamento : 24.11.2014 - 15:08

Kasia Smutniak: "Ispirata da Pietro Taricone"

L’attrice racconta della fondazione Taricone e della scuola che sta costruendo in Tibet pensando a lui.

Kasia Smutniak sta lavorando alla costruzione di una scuola nel Mustang, in Tibet, con l’intenzione di aiutare le popolazioni a salvaguardare la cultura locale.

«Pietro sarebbe stato fiero di me – racconta a Vanity Fair pensando al compagno Pietro Taricone, morto nel 2010 durante un lancio con il paracadute -. È a lui che è dedicata l’iniziativa, perché lui ne fu l’ispiratore».

Fu infatti l’attore che nel 2003 consigliò alla compagna un viaggio nel paese. «Al ritorno, Pietro non smetteva di parlarne... Diceva: “Dobbiamo fare qualcosa per questa gente”. Ma siamo stati distratti dalle mille vicessitudini della vita. Io sono rimasta incinta. Poi lui è morto».

Ora ha preso lei l’iniziativa, fondando una onlus che porta il nome di Taricone e intitolando alla sua memoria il progetto della scuola, che ospiterà 120 bambini e ragazzi fino ai 18 anni. «Ci saranno nove aule, laboratori, biblioteca, sala studio. E un dormitorio, con cucina e refettorio: è necessario, perché i collegamenti sono difficili e l’inverno, con la neve, è impossibile viaggiare – ha raccontato la Smutniak -. Ho scelto Ghami perché è al centro della zona, raggiungibile da ogni parte del Mustang».

«Ma per proseguire – ha concluso - abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Ho fiducia nella generosità della gente comune». Sul sito dell’Associazione Pietro Taricone onlus si possono fare donazioni per l’iniziativa.

© Cover Media


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 11:05:47 | 91.208.130.85