keystone-sda.ch (ETTORE FERRARI)
ITALIA
05.02.2020 - 20:000

Amadeus nel mirino dei social: «Che gaffe con la Grandi»

Un complimento alla Leotta si trasforma in un boomerang per il conduttore del Festival 

di Redazione

SANREMO - Come spesso accade al Festival di Sanremo, la musica finisce in secondo piano rispetto agli ospiti, al look dei cantanti e allo stile dei presentatori. Amadeus non può lamentarsi della sua prima serata all’Ariston, il suo Festival è iniziato meglio di quello di Claudio Baglioni in termini di ascolti, eppure il conduttore è finito nuovamente al centro delle polemiche sul web e sui social network, accusato di aver commesso una gaffe nei confronti di Irene Grandi.

La cantante toscana è stata la prima big in gara al Festival, è toccato a lei scendere la celebre scalinata prima di esibirsi nel brano “Finalmente Io”, firmato da Vasco Rossi. Grandi sorrisi e complimenti tra lei e Amadeus al termine dell’esibizione. Poco dopo, però, ecco lo scivolone del conduttore. Tutta colpa di Diletta Leotta, che invocata dal palco dallo stesso Amadeus scende la scalinata e poi incassa i complimenti del direttore artistico. «Sei la prima delle bellissime donne di Sanremo a scendere le scale», dice il presentatore. E la Grandi? Possibile che Amadeus, abbagliato dalla bellezza della Leotta, se ne fosse dimenticato? O semplicemente si stava riferendo soltanto alle donne che lo accompagneranno nella conduzione del Festival in questa settimana? Il dubbio resta, ma sul web è già iniziato il processo al presentatore.

«Ma ha appena offeso Irene Grandi o mi sbaglio?», scrive un utente di Twitter. «Amadeus quest’anno non ne azzecca una…», rilancia un altro, probabilmente fin troppo severo con il direttore artistico.  Ma c’è anche chi difende il conduttore: «Ma per favore… - scrive una utente di Facebook - ormai anche se respira non va bene e non credo che Irene si sia offesa di una cosa inesistente… rilassatevi e godetevi lo spettacolo». E Benedetta: «Vedete complotti e gaffe ovunque!! Ma rilassatevi… si tratta solo di un Festival». 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 13:27:06 | 91.208.130.89