BANG SHOWBIZ
Lorella Boccia ha temuto per la vita del marito durante l'aggressione subita dalla coppia.
ITALIA
13.10.2019 - 10:090

Lorella Boccia parla dell'aggressione: «Ho temuto per la vita di mio marito»

Niccolò Presta era con lei al momento dei fatti

ROMA - Lorella Boccia ha parlato per la prima volta in televisione dell'aggressione subita alcuni giorni fa mentre era per strada insieme al marito Niccolò Presta. «Siamo usciti dal ristorante, dopo una cena romantica. Camminando verso la macchina abbiamo incrociato due ragazzi che ci hanno chiamato. Ci siamo voltati istintivamente e da quel momento è successo tutto», ha raccontato la conduttrice durante un'intervista rilasciata a "Verissimo", programma condotto da Silvia Toffanin il sabato pomeriggio su Canale5.

La 28enne ha rivelato anche di essere stata presa a schiaffi da uno dei malviventi. «Siamo stati minacciati con un coltello, abbiamo dato tutto quello che avevamo, ma io non riuscivo a sfilarmi la mia fedina, regalo di mio marito. Questa cosa ha dato fastidio agli aggressori che a quel punto mi hanno tirato un ceffone», ha aggiunto.

La Boccia ha poi ammesso di aver temuto per la vita di suo marito visto che dopo la percossa ricevuta da lei, lui ha tentato istintivamente di reagire per difenderla, cosa che sarebbe potuta risultare molto rischiosa. «Io però non ho sentito nulla, ho temuto invece per la reazione di mio marito che voleva istintivamente difendermi, ma loro avevano un coltello, lui nulla», ha spiegato. «Mio marito è arrabbiato, avrebbe voluto difendermi, si è sentito impotente e adesso sta subendo le conseguenze di quella sera, ma io so che lui farebbe qualsiasi cosa per me. Non deve preoccuparsi di nulla perché ha fatto tutto quello che poteva fare. Poteva andare molto peggio», ha concluso ancora visibilmente scossa.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 01:06:32 | 91.208.130.87