BANG SHOWBIZ
Pamela Perricciolo ha detto di pensare che Eliana Michelazzo sia stata costretta da qualcuno ad attribuirle tutta la responsabilità del Prati-gate.
ITALIA
12.09.2019 - 11:290

Pamela Perricciolo torna a parlare del Prati-gate

«Eliana Michelazzo è stata costretta a mentire» da qualcuno, ha spiegato l'ex agente

ROMA - Pamela Perricciolo è tornata a parlare del Prati gate e ha rivelato di pensare che l'ex socia e amica Eliana Michelazzo sia stata costretta da qualcuno a mentire e ad attribuirle tutta la responsabilità di quanto accaduto. «Eliana è stata mia sorella per 10 anni. Ora dà tutte le colpe a me e penso che qualcuno l'ha costretta a dare la colpa a me... Fra noi non c'era niente di intimo oltre ad un rapporto di sorellanza. Non penso adesso che il rapporto si riconcilierà mai», ha raccontato l'ex agente di Pamela Prati ai microfoni di "Esclusivo Tv".

«A Barbara D'Urso l'ho detto, quando non sapevamo più come uscirne, abbiamo fatto di tutto per far smettere di parlare di noi. Eliana doveva stare fuori da tutto quanto, il rapporto era tra me e Pamela», ha aggiunto la Perricciolo.

Donna Pamela, questo il soprannome dell'esuberante calabrese, ha poi detto di pensare che sia stata proprio Pamela Prati ad aver nascosto fin dall'inizio qualcosa a lei e alla Michelazzo. «Tutti pensano ci sia qualcosa di costruito, ma non c'è. Pamela Prati non lo voleva firmare il patto di riservatezza, visto che diceva: 'Ci vogliamo bene'. L'abbiamo firmato su insistenza dell'avvocatessa. Siamo state sceme, perché c'era qualcosa che non quadrava già da lì», ha concluso.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 09:41:02 | 91.208.130.85