Bang ShowBiz
ITALIA
12.06.2019 - 16:420

Pamela Prati rompe il silenzio: «Sto vivendo un incubo, sto male»

La showgirl spera che il pubblico possa ricredersi su di lei

ROMA - Pamela Prati rompe il silenzio dopo le ultime apparizione televisive del mese scorso e torna a parlare con un'intervista rilasciata al settimanale 'Chi', a cui ha spiegato che sta vivendo un incubo, di essere dimagritissima e di sperare che il pubblico possa ricredersi su di lei e capire che è una vittima di tutta la vicenda legata al finto matrimonio con Mark Caltagirone. «Voglio rimanere artista e voglio che il pubblico si ricreda. Io capisco quella parte che non crede in me: se vengono diffuse bugie travestite da verità anch'io sarei dubbiosa, ma tutto questo mi fa soffrire perché io so cosa ho fatto e cosa non ho fatto», ha detto Pamela al magazine diretto da Alfonso Signorini.

«Vedere messi in discussione 40 anni di carriera che ho sempre vissuto per il pubblico fa male. Quello dei social è un popolo che si nutre di televisione e non si sofferma a vedere dove stia la verità, la tv è una scatola che può essere magica o infernale, dipende da quello che ci metti. Ma ci sono anche persone che sono cresciute con me e con il Bagaglino che mi chiedono perché stia succedendo tutto questo. Sono sempre stata una persona riservata, non ho mai dato scandalo, chi mi conosce sa chi sono, ma vale solo quello che dice la tv», ha aggiunto.

La Prati ha poi spiegato di essere stata troppo "ingenua", un suo punto debole. «Mi fido troppo degli altri, sono ingenua, non ho malizia. Fa parte dell'essere umano risultare fortissimo in alcuni campi e fragilissimo in altri, e chi ha messo in piedi questa storia conosce i miei punti deboli», ha continuato. «Ho creduto a un sogno e ritrovarmi in questa situazione è un incubo. Sono dimagrita tantissimo, sto male, vorrei ritrovare me stessa, sto ritrovando l'amore della mia famiglia e degli amici dai quali ero stata allontanata, vorrei che il mio pubblico mi stesse vicino e capisse che sono stata ingenua, fragile, incosciente, ma mai in malafede. Il mio bisogno d'amore mi ha ucciso», ha quindi concluso.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-21 09:09:06 | 91.208.130.85