Bang ShowBiz
ULTIME NOTIZIE People
ITALIA
21 min
Torna "Giochi senza frontiere", ma la Svizzera non ci sarà
ITALIA
1 ora
Federica Pellegrini parla di Matteo Giunta: la smentita sembra una conferma
STATI UNITI
2 ore
In classifica per 358 settimane di fila: nuovo record per Kendrick Lamar
ITALIA
5 ore
Cristina Plevani: «Mi facevo pena da sola, ero patetica»
BASILEA
5 ore
Federer e Mirka, amore alle Olimpiadi. Ma prima...
CANTONE
9 ore
Si scopre giallista a 50 anni. E non si ferma più
REGNO UNITO
9 ore
Cristiano Ronaldo: «Se sposerò Georgina? Questo è sicuro»
ITALIA
18 ore
Kasia Smutiniak si è sposata a sorpresa con Domenico Procacci
STATI UNITI
20 ore
Lindsay Lohan ha tampinato Liam Hemsworth sui social
STATI UNITI
20 ore
Aaron Carter, schizofrenico e bipolare: «Non ho niente da nascondere»
STATI UNITI
23 ore
«Se ho un desiderio? Vorrei che tutti gli hater sparissero»
STATI UNITI
23 ore
Demi Lovato ha dichiarato guerra ai fotoritocchini su Instagram
REGNO UNITO
1 gior
Rod Stewart: «Ho avuto un cancro alla prostata»
ITALIA
1 gior
Furto alla Rinascente: Marco Carta chiede il rito abbreviato
STATI UNITI
1 gior
Angelina Jolie mette in pausa la sua carriera da regista
STATI UNITI
19.05.2019 - 13:300

«Mia mamma non voleva che recitassi, per lei era un lavoro poco serio»

Lo ha confessato l'ex-stella di "Grey's Anatomy" Sandra Oh: «Non le andava mai bene quello che facevo»

NEW YORK - Sandra Oh, nota al grande pubblico per aver interpretato il ruolo di Cristina Yang nella famosissima serie tv "Grey's Anatomy", ha rivelato che i genitori agli inizi della sua carriera non erano affatto contenti della sua scelta di voler diventare un'attrice.

La star di Hollywood, che oggi è protagonista dello show della BBC "Killing Eve", ha raccontato: «Mia madre era dell'idea che fare l'attrice fosse un lavoro di poco valore. Il suo era il classico punto di vista di una donna cresciuta con la vecchia mentalità coreana, anche se i miei si sono trasferiti in Canada negli anni '60».

«Era continuamente insoddisfatta di quello che facevo, non credeva minimamente che io potessi farcela, e non è stato del tutto un male. Questa cosa mi ha spinto a fare del mio meglio anche se avrei preferito che mi supportasse di più», ha aggiunto Sandra.

La 47enne ha poi affermato che ancora oggi nel mondo dello spettacolo quella fetta di attori e artisti asiatici in generale non hanno la giusta visibilità e vengono spesso penalizzati rispetto ad altre minoranze.

«Noi asiatici stiamo facendo del nostro meglio per riuscire a far parte del mondo di Hollywood. Ovviamente la nostra lotta passa in sordina rispetto a quella di altri, ma forse perché siamo tendenzialmente più pacati e tranquilli. Quindi spesso non siamo ascoltati nel modo giusto», ha concluso.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-17 15:21:34 | 91.208.130.87