Bang ShowBiz
ITALIA
30.01.2019 - 19:350

Loredana Bertè: «Mi sono curata da sola, non avevo i soldi»

Le ristrettezze economiche non hanno permesso alla cantante di andare in psicoanalisi

ROMA - Loredana Bertè, che da bambina ha avuto un padre violento e da adolescente è stata anche rinchiusa in manicomio, ha raccontato di non essere potuta andare in psicoanalisi perché non aveva nemmeno i soldi per mangiare.

La cantante, che sarà tra i protagonisti della prossima edizione del Festival di Sanremo, si è raccontata a cuore aperto in un'intervista rilasciata al settimanale 'Vanity Fair'. «Non avevo i soldi per mangiare, figuriamoci se li avevo per la psicoanalisi», ha rivelato Loredana. «Anche dopo, quando la carriera è decollata, l'idea non mi ha sfiorato minimamente. Mi sono curata da sola. In che modo? Chiudendo i rapporti con il nucleo familiare. Non ho mai avuto una famiglia e non mi manca. Non me ne frega niente. Questa è la cosa più bella: ora non soffro più», ha spiegato.

La Bertè, sorella minore della cantante Mia Martini, scomparsa prematuramente nel 1995, non ha avuto una vita facile ma non si è mai arresa davanti alle difficoltà. «Quando ne passi di tutti i colori non temi nulla. Puoi guardare l'abisso, saltare nel buio. Il futuro non si controlla, quindi tanto vale vivere alla giornata», ha concluso Loredana.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-05 17:13:14 | 91.208.130.89