Bang ShowBiz
ITALIA
05.01.2018 - 14:010

Un 2017 difficile per la Canalis

L'ex velina ha raccontato la sofferenza per la morte di suo padre e di Piero, il suo amato cane

ROMA - Il 2017 non è stato un anno semplice per Elisabetta Canalis. L'ex velina al settimanale 'Grazia' ha spiegato come la morte del padre e quella dell'amatissimo cane Piero le abbiano reso la vita difficile.

«È stato difficile perché ho perso mio padre improvvisamente. E anche Piero, il bassotto con cui sono cresciuta», ha detto. «Mio padre mi ha dato la sicurezza per affrontare il mondo. Lui era un gentiluomo, un medico di grande esperienza, un sardo all'antica, che aveva il pudore dei sentimenti. Non li dimostrava in modo plateale, ma c'era sempre. Per lui cercavo di dare il meglio, non mi ha mai giudicato, nonostante fossi tanto diversa da lui», ha quindi aggiunto.

Di Piero ha detto al giornalista: «Se vuoi farmi ridere non parliamo di Piero. Lui è stato il vero uomo della mia vita, era geloso di me, avevamo un'intesa speciale. Ho anche ferito i suoi sentimenti qualche volta: si affezionava a certi miei amori e poi, quando la storia finiva, non li vedeva più».

Poi c'è stata anche la morte dell'agente Franchino Tuzio. «È stato il primo a credere in me quando ero una studentessa e servivo ai tavoli di un locale, a Milano. Ricordo che condividevo un appartamento con altri tre studenti, avevo la camera più piccola. Già allora era sicuro che sarei diventata famosa, ci credeva più lui di me. Agli amici che gestivano marchi di moda, diceva: 'Dalle dei vestiti da indossare, lei diventerà famosa'», ha raccontato.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 18:57:19 | 91.208.130.86