Bang ShowBiz
STATI UNITI
17.11.2017 - 09:000

Bieber, il suo manager pensava che sarebbe morto nel 2014

Scooter Braun ha avuto paura per la giovane popstar

LOS ANGELES - Scooter Braun ha avuto paura che Justin Bieber sarebbe morto quando ha avuto un esaurimento nervoso nel 2014.

Il manager della pop star ha temuto il peggio durante un periodo attraversato da Bieber tre anni fa, quando è stato coinvolto in una serie di episodi controversi, incluso un arresto per guida in stato di ebrezza, la pubblicazione di un video in cui urinava in un secchio e un presunto uso di droghe. Scooter ha ammesso che è stato un momento molto brutto per tutti.

«Per me il problema non era che la sua carriera finisse. Ho proprio avuto paura di perderlo. Pensavo che sarebbe morto, capite? Era la cosa più spaventosa perché era un adulto, quindi poteva fare ciò che voleva. Non potevo forzarlo a stare vicino a me. Ci sono stati dei momenti in cui non sapevo se la mattina dopo lo avrei ritrovato lì. Era un pensiero che mi pietrificava», ha raccontato Braun.

In ogni caso il manager non vuole entrare nei dettagli di quello che è successo dato che ritiene che sia una storia che dovrebbe raccontare direttamente Justin, se vuole farlo, sebbene sia possibile che neanche ricordi davvero cosa sia accaduto.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-11 22:25:41 | 91.208.130.87