ITALIA
01.11.2014 - 14:100
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

Vasco Rossi: "Mi rialzo sempre come Rocky"

Il rocker non ha mai ceduto alle critiche dei suoi detrattori e torna dopo tre anni di silenzio con un nuovo lavoro "Sono innocente"

MILANO - Vasco Rossi si rialza sempre. Proprio come Rocky Balboa. È lui stesso a definirsi così dopo trentasei anni di carriera, tantissime critiche e diciassette dischi. Il prossimo 4 novembre uscirà il suo nuovo lavoro discografico, dal titolo programmatico «Sono innocente». Il rocker non ha mai voluto infatti fomentare la ribellione, come molti suoi detrattori sostengono.

«Chi mi giudica corruttore di menti giovanili non ha capito niente. Io racconto quello che vedo, è la realtà e non mi invento niente. Credo che la musica sia sempre una forma di consolazione e qualcosa che può dare forza. Ho avuto le mie cadute ma non sono mai state da pollo perché ho sempre fatto tutto con la consapevolezza di farlo. Rifarei tutto e alla fine sono sempre rimasto in piedi come Rocky», ha dichiarato Vasco all'Ansa in occasione della conferenza stampa di presentazione del disco al Medimex di Bari. «Io non so se c'è ancora qualcuno che oggi mi vuole processare ma anche se fosse la cosa ormai non mi preoccupa più. Ho lavorato ad un album fatto di nuove consapevolezze e vecchi rancori. Ho voluto rispondere a tante critiche».

D'altra parte «Sono innocente» è il disco che segna la chiusura di un'epoca e la nascita di un nuovo Vasco, come dimostra il titolo de primo singolo tratto dall'album, «L'uomo più semplice».
«Questo è un disco di duro incontro con la mia testa - ha raccontato - che al mattino è sempre diversa dalla sera prima. Cerco di trovare un equilibrio tra l'emisfero destro e sinistro e voglio mostrarlo alla gente».

Alla conferenza stampa il rocker si è presentato con l'amico e co-produttore del suo ultimo lavoro Guido Elmi e ha spiegato il senso che ha per lui la musica. «Ogni album nuovo per me è un nuovo inizio anche se non so mai bene di cosa. Io sono contento e fortunato di far parte di una categoria di chi crea musica, perché con quello che scrivo posso portare gioia e magari cambiare a qualcuno l'umore di una giornata», ha rivelato il rocker secondo cui l'arte è un'espressione del sé che non può essere giudicata. «L'artista è sempre innocente quando compone e anche se non è innocente l'uomo, la sua opera lo è sempre. Il titolo completo della canzone è 'Sono innocente ma' e quel ma apre tutta una seria di interpretazioni libere e sviluppi. Io mi sento innocente ma se volete, dite anche che sono colpevole».


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-17 09:48:36 | 91.208.130.89