Immobili
Veicoli

MONDOLa censura su "Thor" per i riferimenti all'omosessualità

29.07.22 - 20:00
Svariate nazioni hanno vietato la proiezione nelle sale del film
REUTERS
La censura su "Thor" per i riferimenti all'omosessualità
Svariate nazioni hanno vietato la proiezione nelle sale del film

BEIRUT - Dopo l'ultimo film d'animazione della Pixar, "Buzz Lightyear", tocca a "Thor: Love and Thunder", ultima uscita della Marvel, subire i colpi della censura in diversi paesi arabi a causa di riferimenti espliciti all'omosessualità.

Il Bahrain, Kuwait, Egitto e Arabia Saudita sono i paesi che hanno vietato la proiezione nelle sale del film per una serie di allusioni all'omosessualità, in particolare legate al personaggio Valkyrie interpretato da Tessa Thompson. In Bahrain la decisione è stata presa «per preservare i valori virtuosi della società», mentre in Kuwait è stato vietato per «la presenza di scene con personaggi omosessuali».

Un'analoga decisione era stata presa alcune settimane fa dalle autorità egiziane e da quelle saudite, mentre il film è rimasto nelle sale negli Emirati Arabi Uniti. Qui però a giugno era stato bandito "Buzz Lightyear". E lo scorso aprile le autorità dell'Arabia Saudita avevano chiesto alla Disney di rimuovere ogni riferimento all'omosessualità dal film della Marvel "Doctor Strange nel multiverso della follia".

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE PEOPLE