Immobili
Veicoli

LUGANOLa cultura non si ferma, il Foce nemmeno: ecco The Doorbell

23.04.20 - 19:30
Artisti svizzeri e internazionali rispondono a una serie di domande ricorrenti e personali su isolamento e creazione
FOCE
La cultura non si ferma, il Foce nemmeno: ecco The Doorbell
Artisti svizzeri e internazionali rispondono a una serie di domande ricorrenti e personali su isolamento e creazione

LUGANO - La cultura non si ferma a causa della pandemia: cerca nuove strade, soluzioni alternative.

Ecco che il Foce di Lugano ha deciso di sfruttare i canali digitali per lanciare The Doorbell: ospiti di provenienza, generi e discipline differenti aprono le porte del loro quotidiano stravolto, confrontandosi con l'impatto dell'isolamento sulla propria creazione artistica.

Artisti svizzeri e internazionali rispondono a una serie di domande ricorrenti e personali, prima di lasciare spazio a un momento di performance o a un pensiero sulla situazione a partire da una loro opera. «The Doorbell suona all'uscio di tutte le discipline che il Foce segue quando le sue porte sono aperte. Il concetto di “casa” tanto caro al Foce ritorna in questa fase al suo significato originario, stabilendosi idealmente nelle dimore degli artisti. La propria abitazione come esilio forzato quindi, ma anche nido privilegiato di creazione e riflessione».

I primi due contributi di The Doorbell sono all'insegna della musica e vedono ospiti i California Feetwarmers, brass band statunitense più volte protagonista al Buskers Festival, e il cantautore
milanese Paolo Benvegnù. I video sono da subito disponibili su YouTube e saranno pubblicati a breve anche sui canali social del FOCE.

Il progetto è sostenuto da Migros Percento Culturale e Pro Helvetia.

🛎 Da oggi il FOCE suona alla tua porta! 🛎 Con il progetto "The Doorbell", gli artisti ci accoglieranno nella loro casa...

Pubblicato da FOCE su Giovedì 23 aprile 2020
NOTIZIE PIÙ LETTE