Keystone
STATI UNITI
08.02.2020 - 14:480

Virus, agli hacker piace Joker

Tra i film che contengono più malware anche "1917" e "The Irishman"

Fonte ats ans (Titti Santamato)
elaborata da Alessandra Ferrara
Giornalista

LOS ANGELES - I film candidati agli Oscar non attirano solo l'attenzione degli appassionati di cinema ma anche quella dei criminali informatici. Joker è in testa, seguito da 1917 e The Irishman. Le pellicole più cercate sul web diventano un'esca per diffondere virus malevoli e truffare gli utenti, per un totale di oltre 20 siti di phishing e 925 file dannosi distribuiti sul web usando i titoli dei film nominati quest'anno dall'Academy Award.

Secondo un'indagine della società di sicurezza Kasperky, Joker si piazza al primo posto tra i film più sfruttati dagli hacker. Ben 304 file dannosi, infatti, hanno preso il nome dal cattivo di Gotham; secondo in questa particolare classifica è 1917 con 215 file dannosi, mentre The Irishman è terzo con 179. Con la promessa di vedere gratuitamente online il film desiderato, gli utenti cliccano su link che invece li obbligano a svolgere una serie di azioni fraudolente. L'utente viene invitato a partecipare ad un sondaggio, a condividere dati personali, a installare dei software per la pubblicità (adware) o addirittura a condividere i dati della carta di credito. Dopo aver eseguito tutte queste azioni, come facilmente prevedibile, l'utente non accede al contenuto desiderato ma nel frattempo ha permesso la raccolta dei suoi dati personali.

"Per evitare di essere truffati, raccomandiamo di utilizzare solamente le piattaforme legali di streaming e gli abbonamenti per assicurarsi di poter trascorrere una bella serata davanti alla tv senza doversi preoccupare di eventuali minacce", commenta Morten Lehn, General Manager di Kaspersky. Tra gli altri consigli degli esperti di sicurezza, non cliccare su link sospetti che promettono la visione in anteprima del film ma monitorare le date di uscita ufficiali della pellicola; non visitare siti che permettono di guardare un film se non si è certi della loro attendibilità e il dominio non comincia con "https". Infine, controllare l'estensione dei file scaricati. I file video scaricati da fonti affidabili e legittime non devono essere in formato .exe, ma .avi, .mkv o .mp4.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 14:52:07 | 91.208.130.89