Keystone / AP
ULTIME NOTIZIE People
ITALIA
5 ore
Boss Doms "lascia" Achille Lauro
«Da troppo tempo avevo lasciato da parte le mie ispirazioni»
ITALIA
8 ore
Flirt con Alessia Marcuzzi? La smentita di De Martino
«Ci siamo fatti una grossa risata» è la replica del conduttore e ballerino
ITALIA
16 ore
Forti emozioni con Maria Forte, fuori con "Un Re Minore"
Un disco che trasmette emozioni forti, legato all'esperienza della pandemia a Bergamo
ITALIA
1 gior
Dimenticata la top model, Ghali ha una nuova fiamma
Il rapper sorpreso a Milano a scambiarsi effusioni con una mora
VIDEO
REGNO UNITO
1 gior
Il ritorno di David Gilmour
"Yes, I Have Ghosts" rompe cinque anni di silenzio musicale
ITALIA
1 gior
La super-dieta dello chef Cannavacciuolo: «Ho perso 29 kg»
L’artista della cucina confessa di essere dimagrito in maniera vertiginosa
STATI UNITI
1 gior
Pop Smoke, una voce che sembra non essersene mai andata
Il debutto discografico del rapper ucciso lo scorso febbraio è stato pubblicato nelle scorse ore
STREAMING E VIDEO
CANTONE
1 gior
I Nostran debuttano con "Le Maldive di Milano"
Primo singolo per la band, che non ha intenzione di fermarsi qui
STREAMING
CANTONE
1 gior
Dopo un anno "Palma" parla spagnolo
Martix propone "Bienvenido a Palma", versione riveduta e "latinizzata" del suo singolo dell'estate 2019
ITALIA
2 gior
Maria De Filippi, ipocondria da Covid: «Ho fatto 6 volte il test»
La conduttrice svela le sue paure riguardanti il coronavirus
REGNO UNITO
2 gior
La Royal Family ha lasciato Meghan Markle «sola e indifesa»
È quanto emerge dalle memorie legali depositate per il processo contro il Mail on Sunday
STATI UNITI
03.09.2018 - 17:450

«Manca la bandiera Usa», conservatori contro "Il primo uomo"

Il film sul primo uomo sulla Luna fa discutere: manca la scena più emblematica. Ma regista e protagonista si difendono

NEW YORK - Dov'è finita la bandiera a stelle e strisce? L'omissione di una scena chiave, quella di Neil Armstrong che pianta il vessillo Usa sulla luna, dal film di Damien Chazell "Il primo uomo" ha fatto sobbalzare sulla poltrona i conservatori americani e almeno uno degli astronauti del Progetto Apollo, quel "Buzz" Aldrin che, dopo Armstrong, fu il secondo uomo nel 1969 a camminare sulla superficie lunare.

"Il primo uomo" ha aperto il Festival di Venezia e la famiglia di Armstrong ha invitato chi polemizza a guardare bene il film: «Non è affatto anti-americano. Ci sono molte immagini della bandiera Usa sulla Luna», hanno detto gli eredi dell'astronauta, ma i cineasti «hanno scelto di concentrarsi su quando Neil ha rivolto lo sguardo alla Terra, sui suoi primi passi sul Piccolo Cratere Occidentale, e sulla unica e personale esperienza di essere riuscito a completare quell'incredibile viaggio».

A scatenare le polemiche erano state in partenza alcune dichiarazioni dell'attore canadese Ryan Gosling, che interpreta Armstrong nel film: «Più che un eroe americano, Neil resta un eroe dell'umanità, una persona umile che al ritorno dalla Luna ha con grande generosità spostato l'attenzione dei media da se stesso alle 400 persone, tecnici e scienziati, che hanno permesso la sua impresa e di cui lui era solo la punta dell'iceberg». Amplificata dai social media, la battuta ha toccato un nervo aperto negli Usa di Donald Trump.

Giudicando l'assenza della bandiera un insulto alla patria e alla missione, l'88enne Aldrin, un fedelissimo del tycoon, ha postato su Twitter una foto della bandiera sulla luna con la frase «Orgoglioso di essere americano».

Sulla stessa linea il senatore repubblicano del Texas Marco Rubio: «Total lunacy. E un disservizio in un momento in cui la memoria di quel che possiamo raggiungere dovrebbe aiutarci a lavorare insieme. Il popolo americano pagò quella missione, su razzi costruiti da americani, con tecnologia americana e astronauti americani. Non fu una missione Onu».

Interpretato da Gosling, Jason Clarke e Claire Foy e prodotto dalla Universal Pictures, il film racconta la storia piena di ostacoli del primo sbarco sulla luna seguendo la vita di Armstrong dal 1961 al 1969. Diretto dal premio Oscar per "La La Land" Chazelle e scritto dal premio Oscar Josh Singer ("Il caso Spotlight"), il film è considerato un facile candidato ai prossimi Academy Awards. Uscirà nelle sale Usa il 12 ottobre, per il week-end del Columbus Day, dopo aver fatto tappa al Festival di Toronto.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-05 00:35:50 | 91.208.130.89