Keystone / AP
ULTIME NOTIZIE People
ITALIA
1 ora
J-Ax risponde a Fedez: «Non sono un traditore»
Dopo quasi due mesi il rapper replica all’accusa dell’ex socio
BELGIO
4 ore
L'ex re del Belgio è il padre biologico di Delphine Boel
Alberto II si era sempre rifiutato di fornire il proprio Dna
FOTO
STATI UNITI
4 ore
Ariana Grande ai Grammys aveva addosso 8 milioni di gioielli
Esosa? Sì, ma in ottima compagnia. Le stelle della musica, infatti, si sono affrontate all'ultimo carato (e all'ultimo... zero)
ITALIA
7 ore
Belen, i complimenti per il topless di Laura Chiatti
L’attrice festeggia con una foto hot e commenti illustri il milione di follower
SVIZZERA
12 ore
Fra i premiati ai Grammy c'era pure uno svizzero
Ovvero il produttore e compositore Al Walser che probabilmente non conoscevate ma non è proprio un estraneo agli Oscar della musica
FOTO
STATI UNITI
14 ore
Grammy, Billie Eilish fa la storia e si porta a casa (quasi) tutto
La giovanissima star ha trionfato nelle quattro “grandi” categorie. È la prima donna e l’artista più giovane di sempre a riuscirci
FOTO E VIDEO
CANTONE
17 ore
Joyss e quelle risposte che abbiamo dentro di noi (ma non lo sappiamo)
Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con la giovanissima cantautrice ticinese: «Mi piace osservare il mondo, anche se fa un po' paura»
REGNO UNITO
1 gior
Instagram: Harry e Meghan superano William e Kate
I post della coppia "non più reale" sono decisamente più letti e condivisi
SVIZZERA
1 gior
Un record goloso: torta da 4 metri di diametro e 241 kg di peso
Dieci pasticceri si sono dati da fare per ben tre giorni
STATI UNITI
1 gior
Tarantino dice basta: «Fare film è una cosa da giovani»
Il regista americano intende abbandonare la camera da presa per poter dedicare più tempo alla scrittura e alla famiglia
REGNO UNITO
1 gior
Madonna annulla anche il primo concerto di Londra
La regina del pop ha parlato di «ferite che la affliggono dall'inizio del tour»
STATI UNITI
03.09.2018 - 17:450

«Manca la bandiera Usa», conservatori contro "Il primo uomo"

Il film sul primo uomo sulla Luna fa discutere: manca la scena più emblematica. Ma regista e protagonista si difendono

NEW YORK - Dov'è finita la bandiera a stelle e strisce? L'omissione di una scena chiave, quella di Neil Armstrong che pianta il vessillo Usa sulla luna, dal film di Damien Chazell "Il primo uomo" ha fatto sobbalzare sulla poltrona i conservatori americani e almeno uno degli astronauti del Progetto Apollo, quel "Buzz" Aldrin che, dopo Armstrong, fu il secondo uomo nel 1969 a camminare sulla superficie lunare.

"Il primo uomo" ha aperto il Festival di Venezia e la famiglia di Armstrong ha invitato chi polemizza a guardare bene il film: «Non è affatto anti-americano. Ci sono molte immagini della bandiera Usa sulla Luna», hanno detto gli eredi dell'astronauta, ma i cineasti «hanno scelto di concentrarsi su quando Neil ha rivolto lo sguardo alla Terra, sui suoi primi passi sul Piccolo Cratere Occidentale, e sulla unica e personale esperienza di essere riuscito a completare quell'incredibile viaggio».

A scatenare le polemiche erano state in partenza alcune dichiarazioni dell'attore canadese Ryan Gosling, che interpreta Armstrong nel film: «Più che un eroe americano, Neil resta un eroe dell'umanità, una persona umile che al ritorno dalla Luna ha con grande generosità spostato l'attenzione dei media da se stesso alle 400 persone, tecnici e scienziati, che hanno permesso la sua impresa e di cui lui era solo la punta dell'iceberg». Amplificata dai social media, la battuta ha toccato un nervo aperto negli Usa di Donald Trump.

Giudicando l'assenza della bandiera un insulto alla patria e alla missione, l'88enne Aldrin, un fedelissimo del tycoon, ha postato su Twitter una foto della bandiera sulla luna con la frase «Orgoglioso di essere americano».

Sulla stessa linea il senatore repubblicano del Texas Marco Rubio: «Total lunacy. E un disservizio in un momento in cui la memoria di quel che possiamo raggiungere dovrebbe aiutarci a lavorare insieme. Il popolo americano pagò quella missione, su razzi costruiti da americani, con tecnologia americana e astronauti americani. Non fu una missione Onu».

Interpretato da Gosling, Jason Clarke e Claire Foy e prodotto dalla Universal Pictures, il film racconta la storia piena di ostacoli del primo sbarco sulla luna seguendo la vita di Armstrong dal 1961 al 1969. Diretto dal premio Oscar per "La La Land" Chazelle e scritto dal premio Oscar Josh Singer ("Il caso Spotlight"), il film è considerato un facile candidato ai prossimi Academy Awards. Uscirà nelle sale Usa il 12 ottobre, per il week-end del Columbus Day, dopo aver fatto tappa al Festival di Toronto.

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-27 23:10:40 | 91.208.130.86