SEGNALACI mobile report
focus
Tipress
USI
09.01.2015 - 08:000

La ricerca “made in Ticino” agli SwissAward

Un bel riconoscimento per la ricerca e l’innovazione per il nostro Cantone

 

Per il suo impegno nella lotta contro il virus dell’ebola, il prof. Antonio Lanzavecchia (direttore dell’Istituto di Ricerca in Biomedicina, Università della Svizzera italiana), è stato nominato tra i tre finalisti della categoria “società” degli SwissAward, il programma televisivo della SRG SSR che domani sera porterà in diretta nelle case di tutta la Confederazione il grande spettacolo per la nomina dello “svizzero dell’anno”. Il vincitore della categoria sarà decretato da una giuria, ma tutti i telespettatori potranno votare per il professore rispetto al premio globale attribuito dal pubblico, a cui concorrono tutti i finalisti delle varie categorie.

La concorrenza è agguerrita sia all’interno della categoria sia nel concorso generale, dove figurano nomi del calibro di Didier Burkhalter, Ruth Dreifuss, Dominique Gisin, Roger Federer e sempre dal Ticino Daniele Finzi Pasca: non sarà facile vincere, ma si tratta in ogni caso di un bel riconoscimento per la ricerca e l’innovazione “made in Ticino”.

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-26 04:04:07 | 91.208.130.87