Segnala alla redazione
SUPSI
23.10.2018 - 07:000

L'importanza di far scoprire i musei ai ragazzi

Intervista a Fosca Bugada, studentessa del Master in Insegnamento per il livello secondario I presso il Dipartimento formazione e apprendimento

Chi sei?

Sono Fosca Bugada e ho 24 anni.

Cosa stai studiando?

Sto frequentando il secondo anno del Master in Insegnamento per il livello secondario I presso il Dipartimento formazione e apprendimento di Locarno. Le mie materie di insegnamento sono Educazione visiva ed Educazione alle arti plastiche.

A quale progetto hai partecipato?

Durante il precedente anno scolastico, con la mia classe del Master ho partecipato a un progetto in collaborazione con la Fondazione Ghisla Art Collection di Locarno, nel quale abbiamo ideato cinque attività didattiche da svolgere nelle scuole medie, ognuna ispirata ad un'opera d'arte scelta fra quelle presenti in Fondazione. Io e le mie compagne di gruppo abbiamo scelto l'opera “Yellow vase” di Roy Lichtenstein. L'attività che abbiamo ideato è stata pensata per una classe di quarta media, abbiamo ripreso le caratteristiche dell'opera e quindi la progettazione di un interno, facendo attenzione alle textures, ai colori e al collage. Per lo svolgimento del progetto è stato importante tenere presenti gli aspetti didattici trattati durante l'anno, per la scelta appropriata dei contenuti e dei livelli di difficoltà adeguati per le classi.

Cosa ti è piaciuto di più del progetto?

Il fatto che riguardi un tema che mi è molto caro: trovo che sia molto importante portare i ragazzi a vedere musei, fondazioni e mostre per renderli partecipi e protagonisti di attività che li avvicinino all'arte e li aiutino a comprenderla.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 15:06:14 | 91.208.130.87