SEGNALACI mobile report
focus
SUPSI
23.02.2016 - 06:000

Talento, un dono da nutrire

A colloquio con Claudia Tettamanzi e Moreno Camenzind, diplomati Bachelor in Music and Movement e vincitori del Premio TalenThesis 2015

 

Chi siete?

Claudia Tettamanzi e Moreno Camenzind

Laureati Bachelor in …?

Bachelor in Arts in Music and Movement

Nel 2015 avete vinto il premio TalenThesis per la miglior tesi del vostro corso di laurea. Quale era il tema/il soggetto trattato?

Abbiamo lavorato su D’Zaller Wiehnacht, una rappresentazione musico teatrale natalizia molto conosciuta nella svizzera tedesca. Il nostro compito è stato quello di tradurre dialoghi e canti in italiano e rappresentarla per la prima volta in Ticino.

Come descrivereste l’esperienza della tesi?

È stata un’esperienza molto interessante. Collaborare con altre persone non è sempre scontato e semplice, ma siamo riusciti a lavorare insieme in modo sereno ed efficace. Preparare una tesi di gruppo, a nostro avviso, ha avuto molto aspetti positivi, tra cui quello di imparare a collaborare, saper chiedere aiuto, ascoltarsi e trovare una soluzione comune.

Che cosa rappresenta per voi il talento?

Secondo noi il talento rappresenta qualcosa di innato, un dono. Teniamo a precisare che però, per la musica e sicuramente anche per altre discipline, il dono non basta: ci vuole dedizione, studio, curiosità, costanza e passione.

Che cosa ha significato per voi vincere il premio TalenThesis?

Claudia: Ricevere questo premio è stata una grande sorpresa. Ha significato molto, è stata la conferma dell’impegno e della dedizione che ho messo nel nostro lavoro di tesi.

Moreno: È stata una cosa davvero bella, non me l’aspettavo proprio. Credo che questo premio abbia dato una più grande considerazione alla formazione quale insegnante di musica.

Oggi gli studi rappresentano il passato. Che cosa sei diventato/a professionalmente?

Claudia: sono diventata un’insegnante di musica; insegno in alcune scuole italiane e sono sempre più convinta del mio lavoro.

Moreno: per il futuro, l’insegnamento resta la cosa che più mi appassiona e completerò il doppio master CSI – DFA in pedagogia musicale.

Il tuo sogno per il futuro?

Claudia: a livello lavorativo il mio sogno è quello di continuare a lavorare nell’ambiente scolastico.

Moreno: anche per me continuare ad insegnare e collaborare con i colleghi per poter sviluppare ulteriormente l’insegnamento musicale.

Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-20 07:12:02 | 91.208.130.86