mobile report Segnala alla redazione
Fotolia
AUSTRIA
03.06.2018 - 15:070

Scandalo nel mondo del vino passato alla storia

Come una grande truffa abbia portato oggi una nazione intera a produrre vini di elevata qualità

 

VIENNA - Alcuni scandali di vini contraffatti hanno segnato la storia più di altri come nel 1985 quando la viticoltura in Austria subì un’enorme battuta d’arresto in seguito allo scandalo dell’uso di antigelo nel vino.

Alcuni produttori di vini tentando di migliorare vini ormai diventati troppo acidi iniziarono ad utilizzare il glicole etilenico, un antigelo, una sostanza inodore e zuccherosa che conferiva al vino un sapore “gradevole” ma pericoloso per la salute.

Fu una vera e propria truffa che causò danni per centinaia di milioni pensata ed organizzata da un chimico ed esperto agrario che inventò la formula del vino “all’antigelo”, e di cui ne consiglio l’utilizzo a molti commercianti ed a tantissimi grossisti di vino, andando ad amplificare uno scandalo mai veramente dimenticato.

Furono inizialmente i tedeschi a rendersi conto che nel vino austriaco che importavano c’era qualcosa che non andava ma anche il fisco austriaco era ormai già diventato piuttosto sospettoso in seguito all’eccessiva quantità dichiarata per l’acquisto di antigelo, che non trovava alcuna giustificazione con l’attività svolta da parte dei produttori di vino.

Il rovescio della medaglia fu la reazione dei produttori onesti e l’impegno del governo nel ribaltare uno scandalo epocale in un nuovo inizio per ricostruire la credibilità del vino austriaco, che oggi si può definire di elevata qualità.

Furono introdotte leggi e controlli molto più severi per impedire il ripetersi di quanto era avvenuto. Oggi l’Austria ha ristabilito il proprio “onore” in campo vinicolo e produce ottimi vini.

Il dominio nel panorama vinicolo austriaco è il vitigno a bacca bianca con circa il 70% della superficie vitata. Il Grüner Veltliner è il vitigno maggiormente coltivato soprattutto nella zona del Wachau, un vitigno che dona vini fruttati, delicati e piuttosto beverini.

Articolo scritto da SellWine www.sellwine.ch

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 07:16:54 | 91.208.130.86