Segnala alla redazione
Foto CR
DIGIONE
08.09.2019 - 08:000

Digione, capitale di un passato ducale

Molto più della senape: architettura, arte, cucina e ottimo vino

 

DIGIONE – Capitale di un passato ducale a dimensione europea alla fine del Medioevo, oggi Digione possiede un patrimonio architettonico e culturale unico, meravigliosamente conservato, in uno dei territori tutelati più importanti in Francia. Dichiarata Città d’Arte e di Storia dal 2008, il capoluogo della Borgogna unisce patrimonio, cultura e piaceri della tavola.

La mia giornata a Digione è cominciata con una prima colazione tipicamente francese: un fragrante croissant e un cappuccino, questo non proprio buono ma siamo in Francia!
Poi ho ripercorso la zona del centro storico che avevo visitato la sera precedente andando a cena: varcato l’imponente arco di Place de Darcy imbocchiamo la Rue de la Liberté, il corso principale della città e credo anche principale via dello shopping, tanto che i magazzini La Fayette si trovano proprio qua.

Il corso conduce a Place de la Libération, una grande piazza semicircolare, opera di J. Hardouin-Mansart, architetto della Reggia di Versailles. Domina la piazza il Palazzo dei Duchi di Borgogna, oggi sede dell’Hotel de Ville, il municipio, e del Musée des Beaux-Arts.
Tutt’intorno a noi zampilla vivace l’acqua dalle fontane su cui affacciano degli eleganti palazzi i cui abbaini e tetti in ardesia ricordano lo stile parigino. A proposito di acqua: Digione è bagnata da un canale navigabile (poco frequentato da dire il vero) e a 30 minuti d’auto si trova la sorgente della Senna (quasi esaurita).

La piazza, imponente ed elegante durante il giorno, di notte acquista un fascino particolare grazie alla magnifica illuminazione che la fa risplendere, esaltando i particolari architettonici e decorativi dei palazzi; i locali e ristoranti che vi si affacciano godono di un’atmosfera di grande fascino.

Digione rappresenta un buon punto di partenza per visitare e scoprire l’intera regione che comprende castelli, vigneti con percorsi di degustazione, boschi e tanta natura. Vi consigli di passarvi un fine settimana prolungato.

 

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 05:29:39 | 91.208.130.89