mobile report Segnala alla redazione
Foto CR
Una vista panoramica sulla città dalla Villa della Regina
ITALIA
04.12.2018 - 09:300

Torino, prima storica capitale d’Italia

La città ideale per un finesettimana ricco, variato e divertente

 

TORINO – Lo scorso weekend sono stato nella splendida Torino. Bastano due giorni per scoprire questa città, un tempo prima capitale dell’Italia unita? Può non essere molto, ma organizzandosi bene si può cogliere lo spirito e la bellezza del capoluogo piemontese anche passandoci un solo fine settimana. Quando si ha poco tempo per visitare una nuova città bisogna essere pragmatici, prepararsi bene e sapere fin dall’inizio le cose che si vogliono vedere, e ovviamente fare. Un consiglio: ogni prima domenica del mese alcuni musei offrono l’entrata gratuita (per es. il Palazzo reale, la Villa della Regina,…).

Comincerei dalla centralissiama Piazza San Carlo con il suo Toro rampante in bronzo (sotto il porticato davanti al Bar Torino) a cui è legata una leggenda torinese tutta da scoprire. L’effigie, simbolo e stemma della città, fu collocata nella piazza dedicata a San Carlo Borromeo nel 1930 e da allora è diventata oggetto di attenzioni e di superstizioni. La leggenda vuole che calpestare gli attributi dell’immagine taurina porti molta fortuna. Provare per credere, io l’ho fatto, vedremo.

Con oltre 6’500 reperti archeologici esposti e 26’000 depositati nei magazzini, il Museo Egizio di Torino è il più importante museo al mondo, dopo quello de Il Cairo, sull’antica civiltà nata sulle sponde del Nilo. Qui vi aspettano statue, sarcofaghi e corredi funerari, mummie, papiri, amuleti, gioielli e un nuovo allestimento fatto con i lavori di restauro del 2015. Vi consiglio di essere tra i primi il mattino, per evitare di procedere alla visita assieme a ‘orde’ di turisti.
 
Tre in uno, meglio di così è impossibile. La Mole Antonelliana è indubbiamente il simbolo della città e tappa obbligata per un fine settimana a Torino. Al suo interno, assolutamente da visitare, c’è il Museo Nazionale del Cinema, unico nel suo genere in Italia, e poi l’ascensore panoramico che vi porterà fin sopra i tetti di Torino per ammirare un panorama incantato della regale città sabauda.
 
Sono tante le chiese che meritano di essere viste, ma se dovessimo sceglierne una tra le tante per questioni di tempo, non avremmo dubbi e sceglieremmo la Chiesa della Consolata, una combinazione di stile romanico, neoclassico e barocco con uno splendido altare maggiore opera di Juvarra. Assolutamente unica nel suo genere. E poi si trova proprio di fronte al Bicerin… due piccioni con una fava!

Un weekend a Torino che si rispetti prevede almeno una (se non di più, molte di più) sosta nei caffè storici della città per assaggiare le tantissime dolcezze made in Torino. Se proprio dovete fare una scelta, vi consigliamo il Bicerin, la tipica bevanda piemontese a base di caffè e cioccolato. Dove? Ma al Bicerin ovviamente, il caffè dove è nato ed anche il preferito di Cavour. Se siete fortunati e non dovete fare una scelta tra le tante bontà torinesi, ecco una nostra selezione dei dolci da assaggiare.

Uno dei posti più romantici di Torino, il Monte dei Cappuccini, con la sua splendida vista sulla città e il fiume Po, è una delle attrazioni assolutamente da non perdere durante un soggiorno nel capoluogo piemontese, soprattutto se siete in dolce compagnia. Non lontani (15 minuti a piedi oppure 5 in auto) si trova la bellissima Villa della Regina. Si tratta di una splendida villa seicentesca che è stata per secoli la residenza di molte sovrane sabaude, a partire dalla moglie di Maurizio di Savoia, Ludovica. Proprio alle sue illustri padrone di casa deve oggi il suo nome.

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-13 17:17:29 | 91.208.130.86