mobile report Segnala alla redazione
Foto di A. Peshkova
MONDO
18.11.2018 - 07:000

Gli aeroporti si trasformano in musei e shopping center

Da Amsterdam a Zurigo alla scoperta di novità e innovazioni

 

ZURIGO – Almeno 90 minuti prima del decollo bisogna essere all’aeroporto, questo è risaputo. Spesso, per paura di rimanere imbottigliati in autostrada, si anticipa la partenza ritrovandosi poi al gate con larghissimo anticipo. Cosa fare? Un caffè, una prova del profumo preferito, un regalino… ma poi? Gli aeroporti, consapevoli di questa realtà, si sono dati da fare ed hanno introdotto tutta una serie di iniziative di passatempo.

All'aeroporto di Monaco di Baviera, chiamato Flughafen München Franz Josef Strauss, situato a 28 km nordest del capoluogo e importante hub delle compagnie aeree Lufthansa e Star Alliance l’offerta è di tipo museale. Grazie ad una collaborazione con il Deutsches Museum sono state create delle isole di realtà virtuale dove, per esempio, si può radiocomandare un Lunar Rover.

Ad Amsterdam, presso l’aeroporto di Schiphol, attualmente il quarto scalo più trafficato d’Europa con sei piste di atterraggio, sono stati introdotti i primi automatici per cambiare i Bitcoin, la famosa criptovaluta.

A Francoforte la novità consiste in un centro benessere con 70 posti. 3 ore di permanenza, con pasti e bibite compresi, costa solamente 30 Euro. A Parigi al Charles de Gaulle si gioca al rialzo: 3'200 metriquadri di superficie wellness per 540 ospiti.

A London Heathrow, per snellire i fiumi di passeggeri in transito, è stato introdotto da poco un innovativo sistema 3D per controllare il bagaglio a mano e per addolcire l’attesa ai bimbi un nuovo Harry Potter Shop nella zona franca.

A Zurigo l’aeroporto, per il 70esimo compleanno (14 giugno), si è regalato un nuovo sistema di check-in facilitato per famiglie e clienti premium. La decisione di costruire a Kloten un aeroporto fu presa il il 22 giugno 1945 e alla fine di dicembre dello stesso anno vennero acquistati 655 ettari di terreno. Grazie ad una interrogazione popolare, che tramite una votazione fece stanziare un credito di 46.8 milioni di  franchi, i lavori di costruzione poterono cominciare pochi mesi più tardi.

Sempre in Svizzera: Basilea prevede uno sviluppo importante dei voli e per essere pronto ad accogliere i 13 milioni di passeggeri nel 2030 (oggi 8.5 mio) ha in progetto investimenti per 30 milioni di franchi e, tra le misure più importanti, il collegamento dell’aviostazione alla rete ferroviaria.

L'aeroporto internazionale di Ginevra, che rappresenta uno dei migliori in Europa, è situato a soli 5 chilometri dal centro cittadino e conta in media ogni minuto un decollo o atterraggio. La novità a Ginevra: un pasto caldo consegnato direttamente al check-in con soli 2 franchi e cinquanta di supplemento. L’ordinazione avviene online.

Lugano? Mah, non saprei. Forse un volo shuttle da e per Malpensa ogni 15 minuti.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-12 04:41:22 | 91.208.130.86