mobile report Segnala alla redazione
foto di F. Ciolca
La stazione di arrivo della Cabrio con il “Rondorama”
NIDVALDO
13.11.2018 - 09:150

Allo Stanserhorn per la “Uistrinket”

Una tradizione che si ripete ogni anno, la prossima volta domenica 18 novembre

 

STANS – “Uistrinket”: letteralmente svuotare la bottiglie e, nella tradizione della montagna di Stans, lo Stanserhorn, festeggiare la fine della stagione svuotando le cantine. Una tradizione che si rinnova anche quest’anno, domenica 18 novembre.

Dal 1893, le carrozze in legno aperte transitano da Stans allo Stanserhorn. La funivia con il piano superiore scoperto, che parte dalla stazione intermedia, è una delle principali attrazioni. Vivere il passaggio attraverso i tralicci dal tetto della cabina panoramica a due piani regala sensazioni indescrivibili e permette di godersi brezza e vista senza funi sopra la testa.

L’apprezzata montagna escursionistica Stanserhorn, a 1898 metri sul mare, è l’attrattiva turistica principale del Comune di Stans, capoluogo del Cantone Nidvaldo. Dalla vetta si gode una magnifica vista su dieci laghi svizzeri e 100 km di catena alpina. L’avventura sullo Stanserhorn inizia già alla nostalgica stazione di valle, dalla quale una funicolare datata 1893, sale alla stazione intermedia Kälti superando verdissimi prati e case dall’aspetto intimamente accogliente. Per preservare l’atmosfera nostalgica della funicolare, i vagoni in legno non sono stati sostituiti con nuovi materiali, ma restaurati nel rispetto dello stile originario. Dopo la stazione intermedia, tuttavia, si cambia epoca: una moderna funivia accoglie i passeggeri per proseguire il viaggio verso la vetta dello Stanserhorn.

La grandiosa vista circolare su 100 km di catena alpina e 10 laghi svizzeri giustifica le cinque stelle presenti sul logo dello Stanserhorn. Tuttavia, la montagna panoramica merita una stella speciale per il suo ristorante girevole «Rondorama» che, in 43 minuti, compie un giro completo attorno al proprio asse. La funivia e il ristorante dello Stanserhorn rimangono chiusi da partire dal 19 novembre per la pausa invernale. Un’ultima occasione per passare una giornata speciale alle porte del Ticino. Io ci sarò e voi?

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 

 

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 21:05:38 | 91.208.130.87