mobile report Segnala alla redazione
Rudolf Tapfenhart
Le montagne Al Hajar in Oman
OMAN
26.10.2018 - 07:000

Oman: “Don’t be afraid, Madam”

Viaggiare al femminile in un paese esclusivo e sicuro

 

MUSCAT - L’Oman è una favolosa destinazione del Medio Oriente che evoca le avventure del marinaio Sinbad, protagonista delle fiabe delle mille e una notte, ma anche gli affascinanti paesaggi sulla Via dell’incenso delle sue rotte commerciali, che un tempo univano questa parte dell’Asia con il cuore del Mediterraneo. 

Visitare l’Oman significa esplorare un paese che raccoglie le mille sfumature del fascino esotico dei paesaggi mozzafiato nei Fiordi del Musandam, nei deserti e montagne color ocra, nel suo mare azzurro e cristallino, negli antichi forti e suq, nelle oasi, villaggi e città. Le aspre montagne dei monti Hajar, strade che attraversano i paesaggi surreali e selvaggi del Wadi Bani AWF, il deserto infuocato del Wahiba Sands intervallato da oasi solcate dagli splendidi Wadi Shab e Wadi Bani Khalid, spiagge bagnate da un mare turchese, dove le tartarughe di Ras al Jin vengono ogni notte a deporre le uova, i suggestivi Forti di Nizwa e Jabrin, la grandiosa moschea di Sultan Qaboos 

Questo è il Sultanato dell’Oman, un viaggio nei profumi e nei colori d’Arabia, alla scoperta di un popolo dal profondo e radicale rispetto delle antiche tradizioni. Un viaggio nell’Oman, per scoprire l’islamismo nella sua forma più intrigante, autentica e nel rispetto e nella tolleranza verso la civiltà occidentale e tutti gli altri popoli; e quella sensazione di autentico che forse in altri luoghi, ormai invasi dal turismo di massa, è andata inesorabilmente perduta. 

L’Oman, pur avendo molti deserti, possiede anche aree che si distinguono per un clima monsonico - temperato. Se il clima desertico è quindi preponderante, nelle zone a orientali e verso Salalash, il monsone estivo fa risentire i suoi effetti, apportando delle piogge che però sono molto limitate rispetto ad altre zone dell’Asia. In particolare, in queste zone, le estati saranno caratterizzate da un tasso di umidità maggiore del resto del territorio Omanita.

A 3 ore di auto dall’aeroporto internazionale si trovano le montagne Al Hajar. Ubicato a 2.000 metri sul livello del mare, l'Alila Jabal Akhdar è un resort ultra lussuoso con vista sulla catena montuosa e un centro wellness di tutto riguardo. Durante il soggiorno potrete partecipare alle numerose attività organizzate dal resort, tra cui escursioni, ciclismo, yoga, lezioni di cucina, pic nic nel wadi e visite dei villaggi, per godere della calda ospitalità della gente dell'Oman. Davvero da consigliare.

L’Oman è raccomandato anche per una viaggiatrice sola? Certamente, a differenza della vicina Arabia Saudita, il Sultanato è più progressista per quanto concerne il ruolo della donna. Non esiste, per esempio, l’obbligo del velo e se un uomo dovesse allungare la mano, rischierebbe di perdere tutto, soldi e rispetto. Magari, salendo a bordo del fuoristrada guidata da un beduino, avrete un’espressione preoccupata: tranquille, l’autista vi rincuorerà: “Don’t be afraid, Madam”.

Lo shopping in Oman è femminile: visitate il souk Muttrah nella capitale Muskat e vedere soprattutto le donne a trattare i prezzi alle diverse bancarelle. Ultimo consiglio: il livello dei prezzi in Oman è simile a quello svizzero, fare degli affari non è semplice. Per il resto questa nazione è proprio da mille e una notte!

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 21:22:11 | 91.208.130.87