mobile report Segnala alla redazione
ITALIA
02.10.2018 - 09:270

Torna a Surrientu, tra delizie e meraviglie

Il centro storico racchiude come uno scrigno di vicoli e negozietti

 

SORRENTO – Torna a Surrientu o visitala per la prima volta. Perché, tra delizie al limone e delizie degli occhi (dalle calette nascoste alle spiagge d’oro), una visita a Sorrento è un’esperienza verace, raffinata, avventurosa.

Cuore di Sorrento, il centro storico racchiude come uno scrigno la maggior parte dei tesori del posto. Il Duomo e la Basilica di San Francesco sono le principali chiese cittadine, mentre una delle cose da vedere a Sorrento è il Museo Correale, in cui sono custoditi ed esposti reperti di tutte le epoche, dalla Magna Grecia al Medioevo, fino a una splendida collezione di porcellane di Capodimonte e di cristalli di Boemia. 

Il punto di partenza è ovviamente la piazza centrale di Sorrento, così chiamata in onore del poeta Torquato Tasso che qui nacque. In un angolo della piazza c'è la sua statua. Al centro della Piazza c'è invece la statua del Santo protettore di Sorrento, Sant'Antonino che si festeggia il 14 febbraio. Piazza Tasso è una piazza giovane! Ha poco più di un secolo di vita: è stato infatti costruita sopra il Vallone dei Mulini. Un tempo qui al posto dei bar e dei negozi c'erano le donne che lavano i panni nel fiume che scendeva dalle colline.

Un’altra tappa d’obbligo si trova alla fine di Via della Pietà dove si trova la Cattedrale di Sorrento, un edificio in stile barocco con un presepe del 1700 al suo interno. Da cui potete proseguire per la vostra passeggiata sul Corso Italia, la via dello shopping e dei negozi più alla
moda. Proseguendo sul corso si trova Villa Fiorentino sede della Fondazione Sorrento dove spesso vengono organizzate mostre. Negli ultimi anni ha ospitato le opere di Dalì, Picasso e Pomodoro. 

La Villa Comunale di Sorrento è una grande terrazza affacciata sul panorama del Golfo. Sotto il costone tufaceo si possono vedere gli stabilimenti balneari di Marina Piccola e più in là il porto (raggiungibile a piedi oppure tranquillamente in ascensore). Dalla Villa parte anche l'ascensore per il porto di Sorrento. Accanto alla villa comunale c'è il chiostro del 1300, un piccolo gioiello medievale molto popolare per i matrimoni. Uscito dal chiostro si prosegue costeggiando l'Hotel Tramontano fino a Piazza della Vittoria, altro punto panoramico. Da qui si può scendere, tranquillamente a piedi, fino a Marina Grande passando sotto l'antica porta d'accesso alla città. Marina Grande è il borgo di pescatori di Sorrento e luogo privilegiato da turisti e locali per un pranzo o una cena in riva al mare. Vi consiglio il Ristorante Zi’Ntonio mare!

Saluti da Sorrento, dove mi trovo con un gruppo a scoprire, per terra e per mare, il Golfo di Napoli.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 21:07:34 | 91.208.130.86